•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 60
  •  
  •  
  •  
  •  
    60
    Shares

Il mining di Bitcoin ha superato la tanto acclamata soglia dei 17 milioni di monete

Bitcoin è ovviamente stata la prima moneta minata, in quanto è stata la prima ad essere immessa sul mercato. Inizialmente veniva minato semplicemente con un computer, ed era possibile estrarre qualche BTC al giorno. Ovviamente al tempo valeva qualche dollaro e pertanto non era molto profittevole. A maggior ragione che le Cripto Monete erano una terra sconosciuta ai più, sicuramente non era un business così attraente. A parte per qualche visionario, che si doveva costruire le sue macchine, adattando delle schede grafiche allo scopo.

Oggigiorno minare Bitcoin è un business per davvero pochi eletti, in quanto la difficoltà di blocco ha raggiunto livelli esorbitanti e il mining è pertanto possibile quasi solo per i Mining Pool di una certa rilevanza, con sede in stati dove la corrente elettrica costi poco, la tassazione sia conveniente e anche la temperatura sia favorevolmente bassa.

Qual è il significato di questa soglia di Bitcoin minati?

E’ prevalentemente virtuale, in quanto ogni numero “tondo” di monete minate rappresenta solo una boa psicologica. Il vero risultato non sono infatti i 17 milioni di Bitcoin circolanti sul mercato, piuttosto la stima della difficoltà nel continuare il suo mining, che sta crescendo in maniera esponenzialmente veloce, più ci si avvicina al limite tecnico, che è stato fissato a 21 milioni di Bitcoin.

Le stime dicono che per arrivare prossimi ai 21 milioni di Bitcoin, potrebbero volerci 100 anni. Anche questo conto rientra nella categoria dei Crypto Maniacs, in quanto non si è tenuto conto dell’eventuale aumento della potenza di mining, come sta avvenendo per tanti altri algoritmi, fra cui, ad esempio CryptoNight. I 100 anni acquisiscono infatti la stessa valenza delle risposte alle domande “A quanto arriva la moneta XY alla fine dell’anno?”. In risposta a queste richieste spesso troverai i soliti “Moooooon, Lambo, Hodl” ecc ecc.

Cavolo Zillo, ma ne hai sempre una sui Crypto Maniacs.

Eh si. Non mi reputo un genio, però mi considero una persona che pondera le sue valutazioni e non fa investimenti sulla base delle voci del popolo e quando consiglio una moneta, non sarò mai così folle da consigliarla sulla base del “da questa moneta mi aspetto un x25 entro fine anno”. Che ***** vuol dire questa frase? Sulla base di cosa viene detta? E chi sono quei pazzi che danno retta a questi altri pazzi?

Studia, studia, studia. E se non hai voglia di studiare, studia come capire chi studia davvero.
Non farti ingolosire dalle percentuali mirabolanti, perchè se hai scelto bene le monete, prima o poi potrà toccare anche a te fare percentuali importanti di gain. Ti basta non fare l’errore della persona qua sotto.

crederci fino in fondo
Le cifre mirabolanti sono belle, ma sono positive solo per chi deve vendere. Andrebbe sempre verificato quanto una persona aveva davvero deciso di investire su quella posizione, e se l’ha beccata per puro culo perchè aveva dei BTC residui e non sapeva dove metterli. In pratica: se hai 10 BTC da investire, e li investi in 200 monete diverse, ti garantisco che ogni giorno una fa il suo botto. Quindi? Sono fenomeni solo quelli che hanno portafogli grossi? E sulle altre 199, quante sarebbero in perdita? E quante addirittura delistate?

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Michele Zillo


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 60
  •  
  •  
  •  
  •  
    60
    Shares