Seduta contrastata quest’oggi per le borse europee che hanno vissuto una giornata senza una direzione precisa (Milano la peggiore). In lieve calo gli indici di Wall Street, contrastato anche il Dollaro sul mercato dei cambi.

Oggi il calendario economico ci presentava una delle giornate più intense di tutta la settimana con diversi dati importanti per gli USA. In linea con le previsioni l’indice dei prezzi alla produzione (crescita +0,4% su base mensile), in calo rispetto alla scorsa settimana le richieste per i sussidi di disoccupazione. Sono diminuite oltre le attese anche le scorte di Petrolio delle aziende americane.

Concetriamoci sulla giornata di contrattazioni che come dicevamo ha visto le borse europee chiudere senza una direzione precisa (indice Eurostoxx 50 -0,05% a 3.605 punti). Le uniche positive sono state Londra (FTSE 100 +0,30% a 7.556) e Francoforte (Dax +0,09% a quota 12.982), poco sotto la parità invece Parigi (Cac -0,03% a 5.360 punti) e Madrid (Ibex -0,02% a 10.275). La performance peggiore è stata quella di Milano con il FTSE MIB che ha chiuso a quota 22.398 punti in calo del -0,68%.

Sono poco sotto la parità anche tutti i principali indici di Wall Street: nell’ordine abbiamo S&P 500 (-0,10% a 2.552 punti), Dow Jones (-0,03% a 22.865) e Nasdaq (-0,01% a quota 6.603).

Il mercato Forex ci ha regalato una giornata a due facce per il Dollaro che in questo momento è in leggero guadagno nei confronti dell’Euro (EurGbp -0,19% a quota 1,1834) mentre è in calo sia nel cambio con la Sterlina (GbpUsd +0,20% a 1,3245) che nel cambio con lo Yen (UsdJpy -0,13% a 112,34 punti). Giù Euro-Sterlina che in questo momento perde il -0,45% a quota 0,8929 punti, in lieve rialzo Sterlina-Yen che guadagna il +0,20% a 148,95 punti.

Oggi pomeriggio come abbiamo detto in apertura erano previsti i Crude Oil Inventories che hanno mostrato un calo superiore alle attese ma questo non ha dato una mano al greggio che sta perdendo terreno sia a New York (WTI -2,03% a 50,26 $ al barile) che a Londra (Brent -1,60% a 56,03 $ al barile).

Domina il segno verde invece nel settore dei metalli con Oro ed Argento che guadagnano rispettivamente il +0,54% (a 1.295 $ l’oncia) ed il +0,72% (a 17,25 $ l’oncia). Rialzi anche per Rame (+0,73%), Platino (+0,96%) e Palladio (+1,46%).

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,