Le grandi banche internazionali hanno iniziato il loro percorso di migrazione dal Regno Unito: a Francoforte, città scelta come alternativa a Londra dopo il Brexit, sono apparsi i primi annunci di lavoro da parte di Goldman Sachs ed altri colossi che vogliono aprire nuovi uffici nella città tedesca entro aprile del 2019.

Manca ormai poco più di un anno al termine ultimo per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea (che è fissato per marzo del prossimo anno) e nonostante i passi in avanti che sono stati fatti dal punto di vista dei negoziati, le banche sembrano comunque intenzionate a trovare un’alternativa a Londra, l’attuale capitale finanziaria d’Europa.

Alcuni tra i più grandi istituti di Wall Street, tra cui oltre alla già citata Goldman Sachs anche JP Morgan e Morgan Stanley, hanno pubblicato i primi annunci di lavoro nella città tedesca. Secondo alcune voci vicine a questi colossi l’intenzione è quella di avere i nuovi uffici operativi entro aprile del 2019 ed è per questo che sono iniziati i processi per l’assunzione di personale vario. Le figure infatti variano da esperti di informatica fino ad altre più strettamente legate al mondo della finanza come i risk manager.

Perchè questa iniziativa dunque se i negoziati si stanno muovendo verso una direzione che dovrebbe portare ad un completo accordo economico/commerciale tra Regno Unito ed Europa? Gli analisti dicono che si tratta di una mossa preventiva: l’obiettivo è quello di avere a disposizione il personale minimo necessario a portare avanti alcune attività nel caso in cui il Brexit dovesse tutto ad un tratto prendere una strada inaspettata.

Per il momento è previsto solo un numero limitato di assunzioni (per Goldman Sachs si parla di circa 400 posti, per Morgan Stanley invece 200). Anche perchè, nel caso in cui dovesse essere richiesto più personale, Francoforte rischierebbe di trovarsi in difficoltà: al momento a Londra lavorano circa 360.000 persone nel settore della finanza mentre la città tedesca ne vedrebbe disponibili solo 60.000. Secondo le banche interessate questo problema potrebbe essere in parte risolto con il rimpatrio dei lavoratori tedeschi dall’estero ma sarebbe tutto da vedere.

Come giudicare dunque questa mossa da parte di alcuni tra i principali colossi bancari mondiali? Il Brexit si sta avvicinando e sicuramente come si dice in questi casi prevenire è meglio che curare: la speranza di tutti (Regno Unito in primis) è che le cose rimangano come sono ma vista l’incertezza che ancora regna sulla vicenda è meglio mettersi al riparo da eventuali ed inaspettati imprevisti.

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,