•  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  • 56
  •  
  •  
  •  
  •  
    58
    Shares

Ieri mi è arrivata una mail da BABB, in cui comunicano di voler vendere anche quote aziendali. Non mi ha fatto inizialmente una buona impressione.

Effettivamente a prima vista non è un bel segnale. Ho pensato che ci fossero problemi di liquidità o addirittura dei soci da liquidare. Quando poi ho letto le motivazioni, ho capito tutto!

BABB è una ICO di origine inglese che vuole creare una “banca portatile”. Ognuno potrà gestire e accedere ai suoi conti bancari tramite il cellulare, e fin qua nessuna innovazione (o quasi). Ma la loro visione è dare accesso a servizi bancari agli oltre 2 miliardi al mondo che attualmente non ne possono usufruire e stanno anche valutando la possibilità di creare prestiti fra privati.

Dopo la ICO, come mai servono altri soldi?

Beh, i preventivi di spesa possono cambiare, e il loro Hard Cap (20 milioni di dollari) è stato raggiunto in poco tempo. La piattaforma è in fase di test, e vari negoziati con le banche sono in corso d’opera. Ma la procedura e i professionisti per adempiere in maniera efficiente alle richieste della Bank of England non sono assolutamente a buon mercato.

Ecco dunque che BABB mette in vendita il 1,48% delle azioni societarie.

E come si assegna il valore?

Va eseguita una Pre-money evaluation, ovvero una valutazione fatta da enti abilitati per stimare il valore societario e dare un valore verosimile alle Share in vendita. Questo valore è stato stimato essere di 100 milioni di sterline, e dunque vendendo il 1,48% delle quote, vuol dire sviluppare una liquidazione del valore di circa 1 milione e mezzo di Pound.

La vendita di queste quote non è necessariamente negativa. Può essere un metodo per rendere i soci subentranti più attivi e partecipi alle attività della società stessa.

Ad ogni modo, la regolamentazione è molto stringente e prima di poter effettuare la propria contribuzione bisogna rispondere ad un questionario abbastanza preciso per poter valutare la piena consapevolezza del potenziale investitore.

Quali scenari per chi compra queste azioni?

Beh, il mercato non è liquido come per le Cripto Monete e per poterle vendere l’azienda stessa dovrà quotarsi in qualche Borsa di mercato, altrimenti gli scambi potranno avvenire unicamente mediante i già-soci, o verso soci nuovi se consentito dalla Proprietà.
Non posso consigliarti se valga la pena o meno sfruttare questa opportunità. Prima di tutto valuta il progetto se ti convince e poi studia bene la tua Exit-strategy, poichè comprando queste quote staresti partecipando alla Exit-Strategy di qualcun altro.

E te? In quali ICO hai preso parte fin’ora e come stanno andando?

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Michele Zillo


  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  • 56
  •  
  •  
  •  
  •  
    58
    Shares