Il debito pubblico americano ha superato ormai i 20 mila miliardi di dollari: una cifra pazzesca, superiore a quella dei paesi dell’Unione Europea messi insieme. Tuttavia, se dovessimo considerare lo stato di salute dell’economia USA in base a questo numero scopriremmo che c’è chi sta decisamente peggio come per esempio l’Italia.

Sentiamo parlare spesso di debito pubblico, soprattutto in un paese come il nostro che non se la sta passando molto bene. Il concetto è piuttosto semplice: una nazione, stato o governo, per svolgere le proprie attività si indebita proprio come fa un’azienda o un privato ed il totale di quanto deve ai creditori rappresenta il debito pubblico.

Vien da sè pensare che maggiore è la cifra dovuta a questi creditori e peggio è per l’economia del paese: vero, ma con una precisazione. Immaginiamo di prendere due persone con redditi decisamente diversi, per esempio un normale lavoratore e Jeff Bezos, il fondatore di Amazon (il cui patrimonio è stimato in 80 miliardi di dollari): è evidente che l’accesso al credito per i due soggetti non può essere lo stesso. Tradotto in parole ancora più semplici Bezos può permettersi una carta di credito decisamente superiore rispetto a quella di un normale dipendente o anche di una persona benestante.

Abbiamo fatto questo esempio perchè lo stesso si può applicare al discorso che stiamo facendo oggi: il livello di indebitamento di una nazione deve essere proporzionato al proprio valore che nel caso specifico è rappresentato dal PIL (ne abbiamo parlato in maniera approfondita in questo appuntamento del Trading in Parole Ricche).

Ecco quindi che non dobbiamo considerare più solamente il debito pubblico in senso assoluto ma lo dobbiamo rapportare al PIL: in questo modo abbiamo un’indicazione molto più significativa dello stato di salute di un’economia. In base a quest’analisi il paese che in assoluto è messo peggio è il Giappone che ha un debito pubblico pari al 245% del proprio PIL. A seguire troviamo la Grecia e l’Italia (il cui debito è il 138% del PIL) oltre a Portogallo, Belgio, Spagna e Canada.

Gli Stati Uniti, che sono la prima economia al mondo in termini di PIL, non rientrano neanche tra i primi dieci in questa classifica nonostante un debito pubblico superiore a quello di tutti i paesi dell’UE messi insieme. Quindi è vero che gli USA sono indebitati fino al collo, ma è anche vero che la loro economia è in grado di sostenere questa situazione.

Bene amici oggi abbiamo fatto una piccola lezione di economia prendendo spunto dalla situazione del debito pubblico USA: la prossima volta che sentiamo una notizia del genere in TV o la leggiamo sui giornali sappiamo di che cosa si tratta.

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,