Sta per iniziare un periodo cruciale per la Grecia: il Fondo Monetario Internazionale è quasi pronto per erogare la nuova tranche di aiuti che dovrebbe essere rilasciata all’inizio del prossimo anno. Gli ultimi dati danno l’economia ellenica in ripresa e questo, secondo il premier Alexis Tsipras, dovrebbe permettere al paese di uscire definitivamente dalla crisi nei prossimi mesi.

È dal 2009 che la Grecia sta vivendo una delle peggiori crisi che si sono viste in Europa negli ultimi anni: tutto è iniziato quando si scoprì che i bilanci dei governi precedenti erano stati falsificati per permettere l’accesso del paese ellenico alla zona Euro. La situazione era ben peggiore di quanto ci si aspettasse ed il debito pubblico greco, in questi anni, è arrivato a toccare percentuali molto alte. In questi casi non si fa riferimento alla cifre in sè quanto alla sua frazione rispetto al PIL: negli anni dal 2013 al 2016 si è arrivati vicino al 180% del Prodotto Interno Lordo ed è in questo periodo che i creditori (tra cui diversi paesi dell’Unione Europea ed il Fondo Monetario Internazionale) hanno richiesto di mettere in campo una serie di misure (indicate con il termine generico di austerità) con l’obiettivo di mettere a posto i conti.

A distanza di otto anni come dicevamo la situazione è migliorata e questo dovrebbe portare, con molta probabilità, allo sblocco delle ultime tranche di aiuti previste dal piano di salvataggio. In questi giorni è in corso un incontro ad Atene tra il governo ellenico ed alcuni rappresentanti dei creditori che stanno cercando capire se sono stati fatti gli step necessari per l’erogazione dei soldi. Nonostante non siano state messe in campo ancora tutte le riforme richieste dall’Unione Europea e dal Fondo Monetario Internazionale è filtrato un certo ottimismo perchè la vicenda si risolva in maniera positiva.

Guardando un po’ più avanti nel tempo le stime di crescita per il futuro (+2,5% nel prossimo biennio secondo l’UE) permetteranno  alla Grecia di uscire dalla crisi già dall’estate: gli impegni rispettati fino a questo momento apriranno le porte a nuovi investitori che porteranno capitali a condizioni più favorevoli che a loro volta potranno essere utilizzati per far crescere ulteriormente l’economia del paese.

Il peggio insomma sembra essere passato, almeno per il momento. La decisione finale del FMI e dell’Unione Europea è attesa per la metà di gennaio ma l’ottimismo filtrato in questi giorni lascia pensare che anche questo nuovo step verso l’uscita definitiva dalla crisi verrà compiuto.

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,