Dopo l’annuncio in grande stile fatto da Elon Musk qualche settimana fa iniziano ad arrivare i primi ordini per il Semi Truck, il camion di Tesla completamente elettrico che sta per rivoluzionare il mondo dei trasporti su gomma. E se il buongiorno si vede dal mattino ci sarà tanto da lavorare per far fronte alla domanda che vede tra i clienti alcune delle multinazionali più importanti al mondo.

Qualche settimana fa abbiamo parlato del nuovo prodotto di casa Tesla, il camion elettrico ribattezzato Semi (puoi trovare l’articolo a questo link) che vedrà la luce nei prossimi mesi e che promette di cambiare il mondo dei trasporti su strada. A distanza di poco tempo sono iniziate ad arrivare le prime prenotazioni ed al momento il cliente che ne ha ordinati di più è stata Pepsi, la multinazionale delle bevande e degli snack che ne ha richiesti 100 da integrare alla sua attuale flotta per le tratte medio-brevi. Giusto qualche giorno prima un’altra grande azienda, la Anheuser-Busch, aveva fatto un preordine per alcuni Semi (non si conosce il numero preciso) ma quella di Pepsi al momento rappresenta la prenotazione più numerosa arrivata all’azienda di Elon Musk.

Considerando che Tesla richiede per ogni ordine un deposito di 20.000 dollari, nelle sue casse sono appena entrati circa due milioni di dollari ancor prima di mandare il camion in produzione. Niente male per davvero. Con molta probabilità nelle prossime settimane arriveranno altri ordini dal momento che il motivo che ha spinto Pepsi a fare questo passo, e cioè quello di ridurre le emissioni e risparmiare sul costo del carburante, è qualcosa che fa gola a molte aziende che potrebbero presto decidere di percorrere la stessa strada.

E se così dovesse essere per Tesla si prevedono mesi di duro lavoro. Come sappiamo la società californiana sta facendo molta fatica a far entrare in produzione la Model 3, l’auto elettrica destinata al grande pubblico, e visti i precedenti c’è la possibilità che questi ritardi andranno a riguardare anche il Semi se nel frattempo non si riusciranno a risolvere i problemi che stanno provocando questi slittamenti.

A Pepsi però questo non sembra interessare più di tanto e per questo motivo è arrivato l’annuncio ufficiale della prenotazione di questi cento camion.

Non ci sarà da stupirsi se nelle prossime settimane sentiremo altre notizie del genere: se il buongiorno si vede dal mattino ci sarà molto da lavorare per Tesla nei mesi e negli anni a venire.

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,