Tanta attesa per nulla potremmo dire. La FED ha ritenuto opportuno non alzare i tassi rimandando ulteriormente una decisione attesa da diverso tempo.

La reazione dei mercati non si è fatta attendere con volatilità sia sugli indici che sulle valute. Avremo modo di vedere nel dettaglio gli effetti di queste decisioni, i punti di maggior rilievo sono comunque quelli che riguardano un rallentamento dell’economia statunitense (già ampiamente anticipato dai dati di questi mesi), un lieve miglioramento del mercato del lavoro ed una minore preoccupazione per le sorti dell’economia internazionale, quella cinese su tutti.

Le piazze di Wall Street, che fino a quel momento navigavano in territorio negativo, hanno reagito in maniera positiva con il Dow Jones che in questo momento fa segnare +0,30%, l’S&P 500 è poco sopra la parità (+0,05%) mentre il Nasdaq è in ripresa dopo i ribassi di oggi pomeriggio (-0,78% in questo momento, poco prima della FED era oltre -1%).

Le borse europee hanno chiuso una seduta positiva con rialzi generalizzati su tutti i principali indici. Il Dax di Francoforte ha guadagnato il +0,39% chiudendo a quota 10.299 punti mentre il Cac di Parigi ha chiuso con un +0,58% a quota 4.559 punti. Bene anche l’indice europeo, l’Eurostoxx 50, che ha guadagnato +0,20% a quota 3.127 punti.

Positiva anche la giornata del FTSE MIB di Milano che ha fatto registrare un +0,43% a quota 18.750 punti. Male i bancari, con Unicredit che ha ceduto il -2,12%, e male anche Telecom che è stato il peggiore del listino perdendo il -2,60%. Tra i migliori troviamo Finmeccanica che ha guadagnato il +2,62%.

Reazione positiva delle borse, negativa invece quella del Dollaro che fino a poco prima della conferenza stampa del FOMC si stava rafforzando nei confronti di Euro e Sterlina: EurUsd fa segnare in questo momento +0,17% a quota 1,1315 mentre GbpUsd fa segnare -0,25% (poco prima della FED perdeva oltre il -0,70%) a quota 1,4544.

Leggermente positivo UsdJpy che fa segnare +0,15% a quota 111,48 punti. Bene anche l’Euro nei confronti della Sterlina: dopo giorni di ribassi consecutivi EurGbp fa segnare in questo momento +0,43% a quota 0,7780.

Continua la ripresa del Petrolio che è protagonista di una seduta positiva anche oggi: il WTI di New York guadagna il +2,68% a quota 45,22 $ al barile mentre fa ancora meglio il Brent di Londra che guadagna il +2,76% a quota 46,84 $ al barile.

Chiudiamo dando un’occhiata al mercato dei metalli. L’Oro guadagna in questo momento il +0,21% a quota 1.246 $ l’oncia mentre fa meglio l’Argento che fa segnare +0,70% a quota 17,23 $ l’oncia. Bene anche Palladio (+0,97%) e Platino (+0,64%).

Negativa invece la seduta del Rame che cede il -0,56%.

Noi ci sentiamo domani: sarà un’altra giornata importante per l’economia USA con il rilascio dei dati sul PIL per il primo trimestre del 2016.

Buon Trading a tutti

Il Manuale Del Trader Idiota