Giornata borsistica molto volatile quella di oggi nell’intraday per il nostro indice, io preferisco tradarlo attraverso il Minispmib, quest’ultimo stamattina apre in leggero rialzo rispetto alla chiusura di ieri, va subito a chiudere il gap e dopo una barra a 15 minuti di indecisione accelera forte al ribasso fino ad andare a prendere un livello importante di supporto dinamico tracciato appunto collegando i due più importanti minimi precedenti:

 

minifib 1

 

Come al solito è sempre lo stesso discorso, cioè non è che su ogni supporto bisogna comprare, ma su  un livello così importante di supporto dinamico e soprattutto intercettato dopo una fortissima barra di volatilità è molto probabile che perlomeno al primo impatto non abbia la forza di forarlo e proseguire il ribasso venendo appunto già da una forte discesa ed essendo quindi già molto tirato, è molto più probabile che arrivato su questo livello rimbalzi un attimo e poi in un secondo movimento riprenda la discesa, poi ogni giorno può succedere di tutto ovviamente, ma poiché nel trading bisogna lavorare sulle probabilità, per esperienza queste fanno parte delle mie operazioni preferite perché osservando continuamente il mini di solito su questi movimenti rimbalza bene.

Allargando il grafico a 15 minuti si può vedere meglio il movimento intraday:

 

minifib 2

 

Quindi una volta arrivato sul  supporto che avevo tracciato precedentemente, non sono entrato con la prima barra appena toccato, ma con la barra successiva dopo aver fatto un nuovo piccolo minimo mi recupera i minimi della barra precedente e mi recupera anche il livello di supporto, è in questo momento che sono entrato in buy, preferisco quasi sempre non entrare nel bel mezzo della volatilità ma aspettare un attimo che il mercato si calmi e vedere cosa succede, a volte capita che purtroppo se non hai inserito subito un ordine sul book il mini riparta talmente veloce che non ti dà più la possibilità di entrare perché non ritraccia nemmeno di un tick, ecco in questi casi ho imparato a lasciare andare l’operazione, nel senso che non stò a correre dietro al mercato, se mi prende l’ordine bene, altrimenti pace di treni ne passeranno ancora.

Quindi buy a 17675 , con stop sotto i nuovi minimi e sono uscito poco dopo a 17770 al recupero di circa metà movimento della precedente barra di accelerazione ribassista, perché il rimbalzo è stato molto veloce e avevo paura che si rimangiasse il tutto, insomma operazione chiusa con 95 punti di gain, poi il mini in effetti recupera proprio tutto il movimento ribassista, mentre nella seconda parte della giornata crolla letteralmente il mercato. Ecco in questo secondo movimento non sono rientrato ancora sui livelli di supporto, nonostante ci sia ritornato ancora con una forte accelerazione perché il livello era già stato testato precedentemente e quindi adesso sì che poteva essere rotto al ribasso, cioè io di solito ragiono così la prima volta il supporto tiene e il rimbalzo ci può stare ma poi attenzione perché è molto più probabile che quel supporto non tenga più e venga rotto al ribasso, oh è chiaro che questo è il mio personale modo di tradare il mercato non è il vangelo, nel senso che ognuno di voi può invece avere un’interpretazione diversa dei grafici e quindi tradare in un modo completamente diverso dal mio lo stesso grafico.

Ciao a tutti e buon weekend…