È iniziata all’insegna dei ribassi la settimana di contrattazioni per le borse europee con Milano peggior listino di giornata. Contrastati gli indici di Wall Street, ribassi anche per il Petrolio con il WTI che cede quasi il 3%.

Dopo i rialzi di settimana scorsa oggi c’è stata la prima frenata da parte dei listini azionari, soprattutto quelli europei in una giornata in cui non erano previsti dati macroeconomici di rilievo. Vediamo nel dettaglio cosa è successo partendo proprio dalle borse europee.

In una seduta nel complesso negativa (indice Eurostoxx 50 -0,35% a 3.309 punti) la palma di peggior listino di giornata va al FTSE MIB di Milano che ha chiuso a quota 19.360 punti in ribasso del -1,66%. A portar giù il nostro indice ci hanno pensato i titoli del settore bancario che vedono Unicredit in testa (-5,11%) seguita da Ubi Banca (-4,25%), Mediobanca (-4,03%) e Banco BPM (-3,93%). Tra i titoli che hanno chiuso in positivo da segnalare invece FCA, in rialzo del +1,41%.

Situazione simile anche per le altre piazze del vecchio continente anche se i ribassi sono stati più contenuti: a Francoforte il Dax ha perso il -0,30% ( a 11.563 punti) mentre a Parigi il Cac ha fatto leggermente peggio (-0,45% a 4.887 punti). Ribassi anche per Madrid (Ibex -0,24% a 9.492 punti), voce fuori dal coro invece per Londra con il FTSE 100 che ha guadagnato il +0,38% a 7.237 punti.

Positivo anche il Nasdaq (+0,32%) per quel che riguarda gli indici americani, lievi ribassi invece per Dow Jones (-0,21%) ed S&P 500 (-0,14%).

Anche la situazione sul mercato dei cambi riflette la giornata a due facce dell’economia USA: il dollaro da un lato cede terreno nei confronti di Euro (EurUsd +0,38% a 1,0573) e di Yen (UsdJpy -0,77% a 116,11 punti), dall’altro è in deciso guadagno nei confronti della Sterlina (GbpUsd -0,94% a 1,2167 punti). Giornata nera per la valuta inglese che cede terreno anche nei confronti di Euro (EurGbp +1,35% a 0,8691) e di Yen (GbpJpy -1,90% a quota 141,24 punti).

Chiudiamo dando uno sguardo al mercato delle materie prime e partiamo dal Petrolio che ha iniziato la settimana in ribasso: a New York il WTI è in calo del -2,98% a 52,37 $ al barile mentre a Londra il Brent fa registrare un -2,94% a 55,43 $ al barile.

Positiva invece la giornata di Oro (+0,88% a 1.183 $ l’oncia) ed Argento (+1,05% a 16,69 $ l’oncia), rialzi anche per il Platino che guadagna il +1,24%. Poco sotto la parità invece sia Rame (-0,20%) che Palladio (-0,19%).

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,