•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
    52
    Shares

Sono arrivato a Modena con un passaggio di Blablacar, e nessuno in macchina aveva idea di cosa fosse il Bitcoin

Sono partito ieri da Verona verso le 17 e sono riuscito ad arrivare a destinazione verso le 19.30. Adesso in attesa della fine di un corso, ti racconto qualche impressione.
Beh il viaggio è stata un’Odissea, fra un incidente che ci ha fatto prendere la deviazione attraverso la campagna dove qualche anno fa ho seguito un cantiere di un impianto a biogas. Insomma, abbiamo attraversato il nulla. Poi, rientrando in autostrada abbiamo raccolto due ragazzi tedeschi (studenti di ingegneria!!!) in autostop, siamo stati fermati dalla Polizia e ci siamo beccati altra coda in uscita dall’autostrada. Insomma, Ulisse scansati.

Ad ogni modo non è della viabilità italiana che voglio parlarti, nè svolgere un sermone sulla Sharing Economy, che comunque ritengo vincente.

In quella macchina a malapena si era sentito parlare di Bitcoin!

La prima domanda che mi sono posto è se fossi capitato in una sorta di macchina del tempo e fossi tornato momentaneamente all’età del bronzo. Poi ho realizzato che quando lavori su una cosa e la stai approfondendo bene, la vedi ovunque. Altri magari ci vedono solo un intervento mediatico alla stregua della pubblicità e cambiano canale oppure saltano il messaggio promozionale.

Blablacar driver: “Puoi spiegarmi in maniera semplice cosa sia il Bitcoin?”

Io: “Dunque prima di tutto devi capire che è una rivoluzione, qualche giorno fa hanno spostato 99 milioni di dollari in due minuti e mezzo usando il Litecoin. Ma la vera rivoluzione è la Blockchain! Cioè, devi capire che quella è una figata colossale, una vera discontinuità con i metodi di approvazione attuali. Ci puoi mettere il catasto, i ristoranti, la beneficenza, la proprietà intellettuale su Blockchain. E’ fantasmagorico!” (Si lo so, forse ci ho messo troppa enfasi, ma avresti dovuto vedermi. Hai presente un bambino che racconta la sua prima volta sulle giostre?)

B: “Ehm, ma se non la stanno ancora usando, allora è l’ennesimo sogno al limite del miraggio”

I: “Non hai capito un *****” No, non ho veramente risposto così, eheheheh.
I: “La stanno usando prevalentemente per i pagamenti, ma ci stanno creando piattaforme per l’internet of things, cloud storage, ricompense per gamers online”

B:”AH”

Le Cripto Monete sono solo una conseguenza dell’avvento della Blockchain e non mi stancherò mai di ripetere che ogni singola Cripto non deve essere vista come un mero titolo speculativo, ma come un’azienda a tutti gli effetti in quanto ha un Business Plan e soprattutto sta cercando di sviluppare un’innovazione in qualche settore mediante l’utilizzo della Blockchain.

Se anche te ti trovi all’inizio, ti consiglio di partire da qua.

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Michele Zillo

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
    52
    Shares