•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 60
  •  
  •  
  •  
    60
    Shares

Ho seguito per parecchi anni questo settore e tutt’ora sono socio di una azienda che opera nel mercato delle aste mobiliari. Non seguo con frequenza assoluta, perché mi sono trasferito a vivere in UK diverso tempo fa, ma il settore mi da ancora splendide soddisfazioni, anche se, devo dirlo subito, c’è parecchio da lavorare e devi stare attento a diverse cose.

Il settore, in questi ultimi anni, è notevolmente cambiato, specie da quando è stata introdotta la possibilità di partecipare ad aste mobiliari anche per via telematica.

Cosa sia un’asta giudiziaria, o esattoriale, credo sia alla conoscenza di tutti.

In pratica, se qualcuno non paga un debito, verso un normale creditore, il fisco, la banca, parte una procedura esecutiva che arriva al pignoramento di un certo numero di beni che, con diverse modalità, vengono venduti all’asta. Adesso, per precisione, sto descrivendo il mondo delle aste mobiliari.

Le modalità cambiano, se si tratta di un’asta esattoriale, fallimentare, o giudiziaria. Non ne parlerò oggi delle differenze perché entreremo in questo mondo in punta di piedi, spiegando e argomentando in modo che tutti possano capire per fare affari con le aste giudiziarie.

Le stesse notizie e informazioni che discuteremo qui, potranno anche essere usate dai debitori per difendersi, non si tratta della lotta del bene contro il male, però credo che come è giusto pignorare per un debito non pagato, sia giusto difendersi per evitare che questo bene venga venduto all’asta.

C’è una serie di beni che non possono essere pignorati parliamo di beni di prima necessità e privi di un concreto valore. Dato che, parleremo di beni già in vendita all’asta, non mi soffermo a descriverne una lista.

Dopo la procedura del pignoramento, ci sono diverse possibilità di vendita all’asta dei beni in procedura.

La prima è la vendita presso il domicilio del debitore, quindi presso un’azienda, oppure un’abitazione.

La seconda, è presso la sede dell’istituto vendite giudiziarie del tribunale competente.

La terza, introdotta da non molto, è la possibilità di partecipare alle aste giudiziarie online.

Comunque, rispondo alla domanda del titolo: Si fanno ancora affari alle aste giudiziarie? con un bel sì, ma aggiungo una frase che farà innervosire sicuramente un coniglio bagnato.

Se sai come fare!

Bene, bene, benissimo, parleremo di queste aste una o due volte alla settimana, entrando anche in particolari che nessuno ti racconterà mai. Sempre se ti interessa.

Che il profitto sia con te!

Max W. Soldini

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 60
  •  
  •  
  •  
    60
    Shares