Si può vivere di trading. Come hai visto, non si tratta di una domanda ma di una affermazione. Anzi, l’affermazione corretta sarebbe: Si può vivere di trading se sai cosa fare.

Qualsiasi pubblicazione sul tema, o libro, ripete la solita cantilena: Il 95% dei trader perde. Io, ho cambiato questa cosa in: Il 100% dei trader che non sa cosa fare, perde.

Il problema, è sempre quello, molti si catapultano al mercato come de fosse l’ultimo giorno della loro vita. Purtroppo, lo dico senza peli sulla lingua, il giorno dopo il trader perdente ci sarà ancora.
Arrivare a rendere profittevole il trading online, è un percorso e serve tempo.

Ok, affronteremo questo discorso a tempo debito, nel frattempo ti faccio vedere alcune operazioni che ho chiuso in giornata.
Come sai, in questo periodo sto seguendo Sterlina Dollaro, Euro Sterlina, Euro dollaro e faccio qualche scalpatina anche sul contratto del Mini Dax.

La prima operazione di oggi, l’ho chiusa in mattinata sul cable.

entrata-cable

La riga che vedi, è il punto esatto dove sono entrato. Si tratta di un punto di resistenza che si poteva prendere in considerazione.
Qui ti voglio segnalare solo come ragiono per individuare i massimi. I massimi, per il mio modo di operare, sono nei punti dove la candela ha corpo. Non tengo quindi conto degli spike de dono sottili, ma mi adegua sempre al corpo della candela. Questa cosa, torna molto utile quando devo decidere dove posizionare correttamente lo stop loss, o intendere quale potrebbe essere la fine di un determinato movimento.

Questo è un mondo difficile e se non operiamo con determinati crismi, è meglio che lasciamo perdere.

uscita-dal-trade-cable

Questa è l’uscita dal trade e l’importo che ho raggiunto frazionando una parte dell’operazione.

girato

Nella foto sopra, ti faccio vedere il secondo trade. Non si tratta altro che di un reverse della posizione precedente. Beh, reverse non è proprio il termine adatto, perché ero uscito da quella di prima, ma era per renderti l’idea.
Il ragionamento che mi ha indotto ad entrare, è identico a mille altre situazioni e sul quale si fonda l’essenza del mio modo di fare trading: Un triplo minimo, violato con la candela che rientra sul minimo. Una figata quando mi capita.

escobar

Le due operazioni successive, sempre parlando di sterlina dollaro, le ho chiuse in stop loss. Non ho fatto in tempo a fare le foto per la troppa velocità, ma mi sono riportato a più 109.

Insomma, due stop loss fastidiosi, ma che fanno parte di questo lavoro come l’aria e la birra.

Altra operazione che voglio segnalarti, è questa sul contratto del mini Dax.
Attenzione, l’ho già detto mille volte, ma è meglio ricordarlo ancora: Quando entro con un contratto mini o micro, guardo sempre il grafico del contratto pieno.

calicetto-dax

E’ un bellissimo calicetto su un grafico a 5 minuti. L’orario è giusto per evitare gran parte dei trambusti di questo derivato che è sempre meglio evitare in apertura alle 8 italiane e verso la chiusura delle borse, ovviamente anche quando ci sono gli orari del rilascio di notizie e report.

Qui, vai sempre con i piedi di piombo. Ho visto gente andare fuori di testa con questo derivato e anche piangere.

tornato-indietro

Come volevasi dimostrare, il prezzo mi è tornato indietro riducendo di molto la mia intenzione di profitto.
Comunque, qualcosa ho preso e i schei sono nelle mie tasche.

saldo-finale

Ho fatto qualche altra piccola operazione durante il pomeriggio. Niente che valga la pena di segnalare come novità tecnica. Comunque, nella foto sopra vedi il mio saldo giornaliero.

Che il profitto sia con te.
Max W. Soldini