•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo i segnali di ripresa che sono arrivati ieri le borse europee oggi sono tornate a scendere con i ribassi che hanno riguardato tutti gli indici, nessuno escluso. Stessa situazione a Wall Street, segno meno anche per il Petrolio. Rialzi invece per Oro ed Argento.

Il calendario economico oggi ci presentava uno degli appuntamenti più importanti di tutta la settimana, quello con la Bank of England che come da previsioni ha lasciato i tassi d’interesse invariati (ma ha anche dato indicazioni interessanti circa il prossimo futuro come abbiamo visto in questo post). Positive le richieste settimanali per i sussidi di disoccupazione americani.

Tornano i ribassi per le borse europee che oggi hanno chiuso tutte, senza distinzione alcuna, con il segno meno (come ci dimostra anche l’indice Eurostoxx 50, -2,56% a 3.368 punti). La piazza peggiore è stata Francoforte (Dax -2,95% a quota 12.221 punti), a seguire troviamo anche Milano (FTSE MIB -2,45% a 22.422), Madrid (Ibex -2,43% a quota 9.733), Parigi (Cac -2,27% a 5.138) e per finire Londra con il FTSE 100 che ha perso il -1,52% a quota 7.170 punti.

Stesso discorso in questo momento per gli indici USA che si trovano tutti in territorio negativo: la performance peggiore è quella del Dow Jones (-0,86% a 24.678 punti), a seguire troviamo anche Nasdaq (-0,59% a quota 7.010) ed S&P 500 (-0,55% a 2.666).

Spostiamoci sul Forex dove la decisione di oggi pomeriggio della Bank of England ha portato grandi benefici alla Sterlina che quest’oggi guadagna terreno nei confronti di tutte le principali concorrenti vale a dire Dollaro (GbpUsd +0,89% a 1,3997), Euro (EurGbp -0,87% a quota 0,8758) e Yen (GbpJpy +0,72% a quota 152,86 punti). Praticamente invariato Euro-Dollaro (EurUsd -0,01% a quota 1,2262), in calo Dollaro-Yen che cede il -0,16% a 109,20 punti.

Diamo uno sguardo come sempre anche alle materie prime iniziando dai metalli che oggi hanno visto Oro ed Argento protagonisti di una seduta positiva: il primo guadagna il +0,22% (a 1.317 $ l’oncia) mentre il secondo fa registrare un +0,63% a 16,34 $ l’oncia). In lieve rialzo anche il Rame (+0,11%), segno meno invece per Platino (-0,45%) e Palladio (-1,79%).

Seduta negativa per il Petrolio con WTI e Brent entrambi in calo: il primo cede il -0,84% a 61,27 $ al barile, il secondo invece perde il -0,70% a quota 65,01 $ al barile.

Buon trading a tutti

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •