Eccoci ritrovati amici Trader Sportivi a narrare le gesta dei nostri eroi sportivi ma soprattutto quelle che sono le nostre operazioni e i nostri guadagni realizzati mentre li guardiamo giocare 🙂

Anche questa settimana di luglio che a molti può sembrare di ‘bassa stagione’ in realtà ha nascosto tanti tornei interessanti, tanti schei da prendere e vari elementi di spunto che volevo mettere in luce.

Partiamo dal tennis italiano.

Volevo segnalarvi la vittoria di Paolo Lorenzi sabato scorso all’Atp 250 di Kitzbuhel, primo titolo Atp vinto in carriera a quasi 35 anni, seguendo nell’albo d’oro a tennisti del calibro di Santana, Panatta, Muster e Sampras (mica gente appena arrivata!) e arrivando grazie a questa vittoria alla sua più alta posizione in classifica mai raggiunta in carriera, solo 40 tennisti al mondo sono davanti a lui!

Impresa mica da ridere quella di Lorenzi, che ha dovuto superare un incontro di tre ore contro Jan Struff nei quarti di finale con cinque match points falliti e altre tre ore in semifinale contro Gerald Melzer annullando quattro set points nel primo set e mancando incredibilmente dodici match points nel secondo prima di chiudere la pratica al tredicesimo. Per chi ha visto l’incontro e’ stata sofferenza pura!

E quando dico sofferenza pura intendo che i tasti punta e banca sono stati messi in freezer per quella partita, perchè quando è il tifo a prendere il sopravvento allora è meglio non fare alcuna operazione. Alcune volte capita anche a me 🙂

Alla fine di partite di tennis ce ne sono tante e vederlo arrivare a vincere quelle battaglie con tutta quella grinta, che a un trentacinquenne non si vede solitamente, mi ha ricompensato emotivamente come avessi guadagnato anch’io con un trade! Grande Lorenzi.

Passando al tennis internazionale invece, un ragazzo che ci farà vedere tante belle partite in futuro sarà sicuramente Denis Shapovalov, canadese di 17 anni, numero 370 al mondo. Grande partita la sua nell’esordio nell’Atp 1000 di Toronto, sua seconda partita da professionista, contro l’australiano Nick Kyrgios.

Avevo già visto quest’anno un paio di sue partite da Juniores e condendo il tutto con la conoscenza di tante partite viste giocare da Kyrgios, ho preso la mia decisione di investimento ponderata, molto ponderata e qui vedi il perchè:

Shalapov

Rischiare 3,5 Sterline per un trade dove se ne possono prendere molti di più  è molto spesso un’ottima idea, a parer mio infatti questi sono trade che soprattutto un aspirante Trader Sportivo alle prime armi dovrebbe cercare.

Ho seguito il susseguirsi di colpi nel primo set con molta tranquillità.

Battuta Kyrgios game per lui, battuta Shapovalov game per lui, un sorso di camomilla (erano l’una di notte qua a Londra), battuta Kyrgios game per lui, battuta Shapovalov game per lui, fino al tie break.

Nel frattempo però non ero stato affatto passivo nello svolgimento della partita e avevo messo un profit a pareggio in modo tale che nella peggiore delle situazioni avrei guadagnato qualcosina. Nei primi punti di vantaggio di Shapovalov nel tie break mi ha poi abbinato, ecco qui la situazione

Shapolov 2

Da qui in poi diciamo pure che un pochino in tifoso mi sono trasformato. Ero nella mia camera ma era come fossi lì seduto in tribuna a Toronto con lo striscione di Shapovalov! A ogni colpo vincente un sospiro di soddisfazione come fossi il suo coach, a ogni colpo vincente di Kyrgios un ‘azz potevi tirarla fuori’. Non ero molto sportivo in questo caso, eh.

Comunque ero tranquillo, la decisione era già presa e….tie break conquistato con tanta personalità e ovazione del pubblico!

In quel momento potevo chiudere tutto con un all green di 15 Sterline, ma non l’ho fatto perchè come dicevo l’ho già visto giocare e credo nelle sue potenzialità, a maggior ragione contro un Kyrgios fallosissimo con tanti doppi falli ed errori gratuiti. Pareva non ne avesse molta voglia.

Nel secondo set, però la decisione si faceva più difficile. Kyrgios brekka Shapovalov e conquista il secondo parziale per 6-3. Il mio all green era sceso a circa 4-5 Sterline.

Ma ricordiamolo non avrei perso più nulla se avesse vinto il tennista australiano.

I dubbi cominciavano ad affiorare: ‘prendo 5 Sterline oppure vado avanti per la mia idea?’ ‘e se Shapovalov si fa prendere dall’ eccesiva emozione?’

Dopotutto 5 Sterline rischiandone 3,5 sono sempre buone. Infatti nel 95% di queste partite io avrei già preso il mio bel profitto e sarei rimasto a vedermi il finale in tutta tranquillità. Ma non questa volta.

I due tennisti erano molto vicini, un solo break li aveva divisi nei primi due set. Vediamo come iniziano i primi giochi del terzo, penso, e decido.

Beh neanche tempo di pensarci e Shapovalov nel secondo game tira fuori un paio di risposte da campione e un paio di doppi falli li fa Kyrgios, proprio nel momento giusto (per me), break preso!

Il terzo game va via veloce a favore del giovane tennista canadese e il guadagno diventa irresistibile.

Rimetto dentro la cassettiera le sciarpe e gli striscioni pro-Shapovalov e vado fuori col malloppo:

All Green

Prendi i soldi e scappa era il titolo di un film di qualche decade fa se non sbaglio, ed è proprio quello che ho fatto. Fuori più veloce della luce!

Non voglio pavoneggiarmi troppo sul rischio-rendimento dell’operazione, questa considerazione la lascio a te. Considera poi che tante volte queste operazioni non vanno neanche in guadagno quindi le 3,5 Sterline si possono perdere anche molto velocemente.

Ma quando questo non capita, stiamo pronti.

Prendi i soldi e scappa dev’essere il nostro motto!

Il mio consiglio rimane infatti quello di chiudere tutto con un guadagno di 15 Sterline dopo il primo set, stando a questo esempio.

Soprattutto agli inizi è di gran lunga la miglior decisione si possa prendere, senza preoccuparsi di quello che accadrà dopo.

Non mi resta che ringraziare Shapovalov per questa settimana, un debutto da futuro campione e un cospicuo profitto per me nel presente 🙂

Big Profits and Be Unstoppable!

Danilo

P.S: Ecco una vera e propria operazione da prendi i soldi e scappa, una delle tante:

P.S.