•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 13
  •  
  •  
  •  
  •  
    13
    Shares

Ben ritrovato su amica borsa. Da oggi, iniziamo a fare trading sul nuovo anno, cercando di rinnovare le intenzioni e i programmi.

Inutile dire che, come ogni nuovo anno, ci ritroviamo densi di buone intenzioni, abbiamo fatto i migliori auguri di prosperità ai nostri familiari, amici cari e in particolare a noi stessi.

L’unico dubbio che, purtroppo ci attanaglierà per il resto di questo nuovo 2014, è se saremo in grado di mantenere le nostre buone intenzioni e non non mi riferisco solo al Trading.

Beh, qualcuno riuscirà, qualcuno no, questo è pacifico.

Nel Trading, perderemo di sicuro molti amici. Qualcuno per inesperienza, qualcuno perché vorrà rifarsi troppo in fretta delle perdite subite, qualcuno perché non è proprio il suo mestiere, o perché non usa lo stop loss.

Sempre stato così, e forse sempre lo sarà.

Qualcuno, per la verità pochissime persone, ce la farà. Anche questo è certo.

Molte volte, mi sono chiesto quale potesse essere la differenza tra chi riesce a diventare un Trader eccellente e chi rimane un Trader sfigato.

Ho individuato due motivi principali: Il primo, (non farà piacere a molti conoscerlo), è la tendenza a buttarsi precipitevolissimevolmente nel Trading, senza le opportune conoscenze su cosa si sta lavorando, sui rischi di utilizzare una leva finanziaria spropositata rispetto alle reali sostanze che giacciono sul conto di Trading online.

Questo primo scoglio, si potrà superare con molta semplicità che, costerà comunque del sacrificio, sia in termini di tempo che di denaro.

Sembra una cosa detta in maniera stupida, ma per ottenere conforto battendo qualche dito sulla tastiera, diventando un Trader di successo, passa obbligatoriamente per la strada della semplicità.

Semplicità, vuol dire conoscere le funzioni vitali del Trading, conseguentemente, vuol dire conoscere chiaramente le funzioni della piattaforma con cui operi abitualmente online.

Semplicità, vuol dire sapere per bene cosa stai schiacciando quando senti un click partire dal tuo mouse.

Potrebbe anche essere che stai schiacciando una merda con le suole delle tue scarpe nuove.

Non voglio che prendi queste parole con il senso della metafora. Il Trading, fare il Trader Online, è un mestiere, con tutti i i rischi di una attività in proprio.

Certo, potrai anche svolgere il tuo commercio da casa, magari in mutande e pantofole, agli orari che preferirai, ma devi sapere che questo sarà dopo, molto dopo e che ci potrai arrivare con sacrificio e spirito di rinuncia.

La seconda cosa alla quale ti accennavo prima, è la consapevolezza che il Trading è solo una questione di testa.

No, non intendo dire che devi avere un quoziente intellettivo al di fuori del normale, nemmeno che con i dovuti titoli potrai fare fortuna.

Voglio solo significarti che, a tutti gli effetti, dovrai arrivare al tuo pilota automatico per il Trading, come succede ai Trader di successo, quelli che con questo mestiere ci vivono più o meno alla grande.

Sì, come ho scritto nel Manuale del Trader idiota, il segreto del Trading sta proprio in questa formula.

La strada del successo nel Trading, passa esattamente per queste due cose.

Cerca di conoscere prima di cosa ti occupi, ad esempio, se fai Trading su Euro Dollaro, o sul Nasdaq, o genericamente sul Mercato Forex, informati sulle differenze dei due sottostanti, non solo in termini di orario di transazione, ma proprio su cosa stai negoziando e quali rischi stai correndo.

I rischi te li devi prendere, sapendo però quale potrà essere il tuo limite.

Se hai letto il manuale, sai esattamente di cosa sto parlando. Se non lo hai ancora fatto, (se proprio hai l’intenzione di arrivare), leggilo il prima possibile.

Dai, abbiamo 365 giorni di buone intenzioni, non facciamole rimanere solo intenzioni e mettiamo in pratica gli insegnamenti.

Che il profitto sia con te.

Max W. Soldini

potrai diventare così. il gap nel trading online

P.S. La foto che ho pubblicato, sembra non sia attinente con il post che ho appena scritto.

Sembra. In realtà, mi piacerebbe che molti dei miei lettori, potesse arrivare ad individuare cose di questo genere.

Il grafico è a 10 minuti sul derivato del nasdaq. Il movimento porta in tasca almeno sessanta dollari per ogni contratto. Doppio minimo di Paolo Serafini con target il mini gap segnato con le due frecce nere.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 13
  •  
  •  
  •  
  •  
    13
    Shares