•  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Era fine 2018, e stavo proprio valutando questa eventualità di Facebook, ovvero che il colosso dei Social Network uscisse con una sua Criptovaluta.

Come era prevedibile? Beh, prima dal Ban di Facebook verso le ICO e molte attività collegate alle Criptovalute. Che fosse per fare pulizia dalla spazzatura che girava? Oppure per limitare i concorrenti nel campo delle ICO?

Probabilmente entrambe, ma una buona spiegazione di alcuni vantaggi di una Criptovaluta di Facebook la fornivamo proprio il 27 dicembre, in questo articolo.

Non siamo preveggenti, ma quando alcuni colossi avevano già annunciato il loro ingresso nel mondo delle Valute Digitali con una moneta di loro possesso, beh, perchè Facebook avrebbe dovuto rimanere indietro?

Si continua a parlare di Global Coin, anche al TG5 se ne è parlato proprio venerdì sera.

Ma è proprio tutto oro quello che luccica?

Una Criptovaluta come quella di Facebook renderebbe il colosso una banca a tutti gli effetti vista la potenzialità economica e la credibilità di cui può disporre.

Pagare i servizi interni in valuta interna può essere sicuramente un vantaggio contabile, ma quanto potremo davvero definirla “Criptovaluta”. Personalmente ritengo che possa avvicinarsi maggiormente a una Valuta Digitale, un pò più evoluta dei Punti Fragola ecco.

Difficilmente potrebbe essere decentralizzata, in quanto emessa da un ente centrale e nonostante si stia paventando la PoW per la validazione della Blockchain, quanto, come, da chi verrebbe strutturato l’algoritmo e il suo sviluppo per la convalida dei blocchi?

Insomma, la decentralizzazione non sarà sicuramente il suo forte.

C’è chi sostiene che Bitcoin possa essere rimpiazzato dalla Criptovaluta di Facebook.

ZILLO, MA STAI SCHERZANDO?

In verità no, ma è anche vero che alcune persone parlano solo per beccarsi dei click. Credo che Bitcoin abbia una lunga vita nella sua condizione attuale prima di necessitare di eventuali aggiornamenti, quando in un eventuale futuro dovessero sopraggiungere tecnologie ben più evolute.

La Criptovaluta di Facebook avrà il grande potere di avvicinare molte persone a questo mondo “criptico”, ad una dimensione quasi spaventosa e oscura per i più.

Ma in fondo, quanti decenni ci ha messo Internet per arrivare in tutte le Nazioni? E le e-mail, che sostituissero le vecchie e buone raccomandate, sorpassando la paura che “potrebbe andare persa”, oppure “è digitale, chi mi dice che arriva davvero come la mando?”

E i primi apparecchi telefonici portatili? I primi sembravano delle cabine telefoniche con le ruote, ma adesso, riusciamo anche a fare trading dal cellulare.

Insomma, l’evoluzione è in atto e le Cripotvalute come quella di Facebook non salveranno nessuno, porteranno molto denaro nelle tasche nell’azienda proponente, e porteranno tante persone a conoscere questo mondo.

Non cantiamo vittoria, ma una buona bottiglia si potrà stappare!

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Mike Zillo


  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share