•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi è il Black Friday, il giorno dello shopping mondiale: una moda nata negli Stati Uniti ma che presto è stata adottata anche nelle altre parti del mondo. Quello di quest’anno è particolarmente importante perchè potrebbe rappresentare un vero e proprio spartiacque nel futuro di tante grandi aziende americane ed internazionali.

Il Black Friday è una giornata chiave per l’economia mondiale dal momento che rappresenta l’inizio dello shopping natalizio che a sua volta è uno dei migliori indicatori per capire in che direzione sta andando l’economia. Perchè diciamoci la verità, alla fine è quello che porta avanti le aziende: se i consumatori non spendono c’è ben poco da fare.

In un periodo di grandi cambiamenti economici come quello che stiamo vivendo il Black Friday di oggi venerdì 24 novembre rappresenta un momento cruciale nella vita di tante grandi marchi. Abbiamo parlato qualche mese fa del record di chiusure di centri commerciali negli Stati Uniti (puoi trovare l’articolo a questo link) che sono triplicate rispetto al 2016. Andando ad analizzare qualche altro dato ci sono state fino a questo momento 620 dichiarazioni di fallimento nel settore delle vendite al dettaglio nel 2017, un incremento del 31% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tra queste ci sono anche nomi altisonanti come per esempio Toys R Us (che conosciamo perchè presente anche in Italia) e la catena di elettronica RadioShack (famosa per aver sponsorizzato diversi eventi sportivi tra cui una squadra di ciclismo) ma tante altre grandi società sono sul punto di gettare la spugna.

Eppure secondo le stime degli analisti negli Stati Uniti quest’anno i consumatori spenderanno tanto: la disoccupazione al minimo da 17 anni ed altre condizioni favorevoli dell’economia USA porteranno i cittadini ad acquistare. Come mai dunque la crisi dei marchi che abbiamo appena visto? La risposta è semplice: secondo un sondaggio il 59% degli americani acquisterà su internet. È la prima volta che questa percentuale supera la metà ed è un segnale inequivocabile che il trend preso dai consumatori è quello dello shopping online. Chi non ha saputo adeguarsi per tempo a questo cambiamento è destinato a sparire dal mercato.

Alla luce di quanto abbiamo appena detto appare evidente come il Black Friday 2017 sia un momento chiave per i venditori al dettaglio: oggi si capirà se c’è ancora posto per loro o se sono destinati definitivamente a chiudere bottega e lasciare spazio a chi ha capito le potenzialità di internet ed ha cambiato per tempo il suo modello di business.

Le previsioni degli analisti dicono che il trend delle chiusure e dei fallimenti è destinato a salire anche nel 2018: il Black Friday 2017 ci dirà in anticipo se questo sarà vero oppure no.

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •