•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un saluto a tutti gli appassionati di trading di Amica Borsa.

Tanti i titoli azionari che in questi giorni sono arrivati su livelli di possibile resistenze, nello specifico nell’intraday oggi stavo seguendo il bancario Banca Pop dell’Emilia Romagna, che appunto dopo una barra di accelerazione rialzista stamattina, è arrivata in area di possibile resistenza, costituita dai max precedenti di periodo. Qui sotto riportato il grafico stretto del titolo in un time frame a 15 minuti per riuscire a visualizzare i livelli di max precedenti:

bpe allargato

Come si può notare dal grafico il titolo stamattina in apertura attraverso una barra di accelerazione si è portato proprio sui livelli di max precedenti di breve periodo, quindi in base alla mia operatività era una situazione da tenere monitorata attentamente, difatti allargando il grafico nell’intraday sempre nel 15 minuti, proprio in seguito alla rottura di questi livelli di possibile resistenza il titolo ritraccia configurando una barra di possibile inversione di trend:

bpe2

Ho tentato la mia solita operatività, ossia lo short sul titolo alla rottura ribassista della possibile barra di inversione, visto appunto che il titolo attraverso una barra di accelerazione si era portato su dei livelli di resistenza, quindi sell a 7.97 con 1200 azioni che corrispondono a 6 euro a tick con stop 1 tick sopra il max della mia barra di entrata a 7.995, con target la ricopertura della barra precedente di accelerazione e se il titolo non mi ritracciava colpendomi lo stop profit avrei mantenuta aperta la posizione corta il più possibile, visto che se il mercato fosse stato dalla mia parte, cioè avrebbe dovuto scendere, c’erano buone probabilità che anche il titolo in questione poteva scendere bene, dato che aveva appena testato con pattern di possibile inversione dei livelli di resistenza abbastanza importanti.

Questo è stato il ragionamento che avevo impostato per questa operazione, purtroppo non è avvenuto quasi nulla di tutto ciò, perché il mercato e di conseguenza anche il titolo, dopo un momento di debolezza che mi ha lasciato sperare che tutto andasse bene, riprende forza e riparte al rialzo, costringendomi a chiudere in stop profit la posizione corta a 7.945 con soli 5 tick di gain. Il titolo infatti non ha la forza di rompere quel primo livello di possibile supporto di brevissimo costituito dai max dei giorni precedenti, e proprio da questi livelli mi costringe a chiudere la posizione.

Questa piccola operazione di trading intraday per dimostrare che il pattern di inversione era buono, i livelli d’entrata anche, ma purtroppo è mancato uno degli elementi fondamentali, ossia che l’operatività venga accompagnata dalla spinta del mercato che ovviamente deve essere dalla nostra parte, raramente un’operazione di trading basata su un pattern di inversione funziona se il mercato durante l’operatività ti gira contro, ma siccome è impossibile saperlo in anticipo cosa farà il mercato, la cosa giusta è comunque tentare l’operatività quando si presenta una buona occasione, ma fondamentale è avere lo  stop sempre in canna.

Ciao a tutti alla prossima.

Matteo Cantoni


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •