•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Buon Venerdì a tutti gli appassionati di Trading di Amica Borsa.

Quella di oggi è il classico pattern del calicetto andato in stop, mi sembra doveroso pubblicare anche qualche operazione andata in stop, anche se raramente le pubblico questo non vuol dire che io non prendo mai stop, il che sarebbe tra l’altro letteralmente impossibile, ricordatevi sempre che prendere gli stop loss nel trading non significa non essere capaci, non significa non essere un buon trader, anzi il contrario significa proprio riuscire a gestire al meglio il proprio lavoro. La perdita di denaro è un aspetto del trading normalissimo, lo so è contro la natura umana perdere, ma bisogna imparare ad accettarlo serenamente altrimenti meglio che cambiate attività, la cosa fondamentale appunto è imparare a gestire al meglio anche questo aspetto nel trading, per evitare appunto di farsi veramente male.

Questa piccola premessa, per descrivere l’operazione su FCA nel 15 minuti, ossia titolo che accelera al ribasso andando a rompere i minimi del giorno precedente, per poi configurare sui nuovi minimi una piccola possibile barra di inversione, vista la configurazione grafica ho ritenuto valido tentare l’operatività sul titolo.

fca

Buy alla rottura rialzista della barra di possibile inversione con target primo almeno il recupero dell’ultima barra di accelerazione ribassista, titolo che dopo il buy sembra abbia davvero la voglia di invertire il trend mandandomi subito in gain di qualche tick, ma poi con la seconda barra successiva al mio ingresso il titolo ritraccia leggermente costringendomi a chiudere la posizione in stop visto che, gestendo appunto la posizione nel 15 minuti, mi viene colpito lo stop profit, cioè viene rotto al ribasso il minimo della mia barra precedente. Operazione chiusa con 3 tick di stop, entrato a 13.64 con 600 azioni che corrispondono a 6 euro a tick, stoppato a 13.61.

La domanda che mi facevo quasi sempre, soprattutto all’inizio, quando facevo le mie prime operazioni era: ” ma come faccio a riconoscere in anticipo se un calicetto andrà a target oppure mi manderà in stop prima di aprire una posizione”. Con il tempo poi finalmente ho scoperto il segreto, ed è quello che è impossibile saperlo in anticipo l’esito dell’operazione, perché il segreto del successo nel trading non è in una formula o in questo caso in un pattern che una volta imparata a memoria o una volta individuato nei grafici il gioco è fatto. Il trading è sinonimo di tentativi che possono andare bene o male e l’unico vantaggio che noi abbiamo è quello di tentare l’operatività quando la situazione grafica è a nostro favore, ossia quando le probabilità del successo dell’operazione sono più alte rispetto al fallimento ed è in questo che i pattern e le varie configurazioni grafiche ci aiutano molto. Poi anche il pattern più bello del mondo può girarti contro ed è per questo che bisogna rispettare gli stop.

Buon weekend a tutti, alla prossima.

Matteo Cantoni

Forex, Trading, Master, Scalper, Trade, Borsa, Borsa Italiana, Paolo Serafini, Max W. Soldini, Stop Loss, Calicetto, Il Manuale Del Trader Idiota, Gain,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •