•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Cari amici, in questi ultimi giorni sono stato un po’ assente, anche se ho seguito tutti i vostri commenti.

Sono molto impegnato nello studio delle tecniche del trader idiota e questo, in qualche occasione, mi impedisce anche di chiudere dei trade.

Oggi, vorrei mettere due considerazioni su come individuare la nostra area di azione dopo la comparsa di una barra di misurazione, quindi aprire un dibattito su come delineare il nostro mondo, cioè quell’area dove andremo ad aprire e chiudere i nostri trade.

Una cosa, la posso affermare pacificamente, anche per delimitare il rischio di chi sta approcciando questo sito per le prime volte: Non è assolutamente automatico riuscire a guadagnare con il trading online. Lo scrivo, come d’altronde l’ho già fatto almeno altre mille volte, perché ricevo decine di richieste di aiuto da parte di novelli trader per una sorta di “grazia”, o spinta determinate guadagni facili con il trading.

Insomma, vige sempre e per tutti il motto che il trading è una grande inculata generale se non sai come comportarti e non hai un capitale adeguato al rischio che ti stai prendendo.

Lo so, io sono l’assertore dell’aspetto che, bastano anche piccole somme per campare di trading, e lo confermo qui e ora.

Non vale il mio ragionamento, se hai mille dollari in conto e fai trading con quattro, o cinque contratti di mini nasdaq contemporaneamente.

Se fai questo, sei solo un pirla che crede di giocare alle macchinette nel retro del bar dello sport.

Assimilato questo sempre valido avvertimento, aggiungo che è impossibile fare soldi con il trading, anche conoscendo per bene tutte le tecniche.

Potresti essere il miglior conoscitore di tecniche di trading del mondo, e perdere soldi con il trading, perché non sai cosa fare nei momenti di criticità.

Sai come entrare, ma non sai quando entrare e, magari, entri nel bel mezzo della notizia più importante del mese e tutto ti gira contro, poi gira nella tua direzione, poi ti gira contro in modo molto violento.

Già, rimani segato, prendi la batosta e i tuoi pensieri tornano a qualche libro del cazzo, o corso ancor più del cazzo che hai letto e frequentato convinto di affrancarti da una vita di mestizia.

Ok! volevo solo rassicurarmi di alcune cose, prima che ti prendessi in carico quello che sto per cercare di spiegarti bene.

Nella foto sotto, ho riquadrato quello che, in genere, chiamo il mio mondo di trading.

il grafico di trading di max soldini

Siamo a trenta minuti e, la parte riquadrata, si riferisce ad una parte della giornata di trading di ieri.

Nel riquadro, ci sono diverse motivazioni di trading: Una barra di misurazione di ampie dimensioni, la snack bar, un calicetto dopo il recupero di un minimo.

Già, in questo frangente, un trader esperto ed Ernesto Sparalesto, saprebbe come cogliere l’opportunità, ma io sono pienamente convinto che nel nostro blog, i trader esperti si possono contare sulle dita di una singola mano.

Ecco perché, impegno una parte del mio tempo a scomporre il grafico per individuare le occasioni reali che sono nate in questo frangente di un paio di decine di ore.

cerchio del trader, max soldini

La freccia nera, indica la barra di misurazione, quella verde, indica la snack bar. Le situazione cerchiate in verde, rappresentano varie tipologie di calicetto di Paolo Serafini.

Se hai la pazienza di andarti a scomporre il grafico su dei time frame inferiori, capirai anche quando uscire dal trade.

Non è male, comunque, un ripasso delle tecniche riportate nel Manuale del Trader idiota.

Che il profitto sia con te.

Max W. Soldini

P.S. Il grafico è del mini nasdaq.

 

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares