•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 48
  •  
  •  
  •  
  •  
    48
    Shares

Ciao a tutti e ben ritrovati agli amici di Amica Borsa. Come sapete abbiamo iniziato ad analizzare insieme una possibile operazione Spread sul Mais e oggi vediamo un po’ come si sta evolvendo.

Lo Spread che abbiamo preso in considerazione è quello che prevede in acquisto il contratto di Settembre 2016 ed in vendita quello di Marzo 2017, Spread che tra l’altro fa parte della selezione di Seasonalgo di Maggio e che ha una stagionalità bella lunga che parte da metà Maggio e arriva fino alla fine di Agosto. Un consiglio: non sottovalutate mai il fatto di avere a disposizione una finestra stagionale ampia in quanto è un aspetto che ci permette di impostare una strategia ed avere il tempo di ragionare nel caso le cose non dovessero andare come sperato.

Bene, detto ciò vediamo come si sta muovendo questo Spread

Spread-Mais

Da quando ci eravamo sentiti un paio di settimane fa c’è stata una fase laterale con qualche su e giù che non ha portato lo Spread da nessuna parte. Fase laterale che però è stata rotta al ribasso ieri e qualcuno potrebbe considerare questo come un segnale per entrare. Ci tengo a precisare una cosa, e cioè che noi non siamo entrati in questa operazione e non sappiamo neanche se ci entreremo, per diversi motivi che vedremo tra poco. Prima però un altro consiglio.

Quando c’è uno Spread papabile e che potrebbe consentirci un ingresso da lì a breve, io un’occhiata al sottostante la darei sempre. Utilizzo il condizionale ma in realtà è un’operazione che noi facciamo sempre. Ci aiuta ad avere una visione migliore dello Spread. Quello qui sotto è il grafico del contratto in acquisto, Settembre 2016

ZCU2016

Fonte: www.tradingview.com

e come vediamo viene da una bella salita che di solito, almeno a guardare i grafici stagionali del Mais, precede una lunga discesa che dura fino a Settembre. Infatti la discesa dello Spread coincide più o meno con la discesa del sottostante.

Che cos’è che ci ha impedito quindi ancora di entrare? Due considerazioni, una di carattere tecnico e una di carattere macroeconomico.

La prima è che andando a vedere come si è comportato nel dettaglio lo Spread anno per anno, ne troviamo almeno un paio in cui prima di scendere ha fatto delle sparate in alto, con movimenti giornalieri anche di 20 punti, che metterebbero in ginocchio chiunque costringendo a chiudere con perdite ben maggiori di quanto preventivato (soprattutto tenendo presente il fatto che impostando lo Stop Loss guardando il grafico di quest’anno lo imposteremmo di pochi punti, com’è normale che sia). Ma questo da solo non è sufficiente a farci scartare l’operazione.

Il secondo, di carattere macroeconomico, è che siamo in un periodo di possibili scossoni sui mercati per le varie vicende che ben sappiamo e che trattiamo qui su Amica Borsa. Vicende che possono generare dei forti scossoni sul mercato delle materie prime e anche sugli Spread, che è vero sì che ci garantiscono una posizione protetta rispetto al mercato, ma è anche vero che siamo pur sempre a mercato e può succedere qualsiasi cosa.

Mettendo insieme queste due cose capite il perchè della nostra prudenza. Il che, ripeto, non esclude che possiamo prenderla in considerazione di nuovo, la stagionalità è lunga e le opportunità potrebbero arrivare comunque. In caso contrario, pazienza, nel trading la prudenza non è mai troppa.

Queste sono le nostre considerazioni, se siete d’accordo o no, fatemelo sapere: siamo qui per far crescere la discussione.

Buon Profitto a tutti

Il Manuale Del Trader Idiota


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 48
  •  
  •  
  •  
  •  
    48
    Shares