•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 89
  •  
  •  
  •  
  •  
    89
    Shares

Questa è una delle domande che maggiormente mi viene posta. Persone che vedono e seguono i miei risultati e vogliono capire come fare. Lecito. Manca però un passaggio.

Nell’articolo di ieri ho fatto una premessa su come scegliere quanto e come investire. Non è una verità assoluta, ma è sicuramente una parte della MIA verità. E per il momento funziona. E funziona anche per molte persone intorno a me.

La domanda del titolo infatti è fuorviante, non in quanto sbagliata ma perchè non ti farà mai ragionare in termini assoluti.

Ti faccio un esempio capitato a me qualche anno fa in cui mi era stata data la possibilità di investire in un fondo di investimento (non lo nomino poichè non è il posto adatto per parlarne, posso solo dirti che non è più possibile entrarvi). La taglia minima di investimento era di 1.500£ circa (1.800€).

La prima cosa che ho pensato è stata proprio: “beh, posso entrare con 1.800€. Entro con 1.800€”. Ero molto contento della mia scelta. Per la fiducia che avevo nelle persone ero sicuro che stavo facendo una mossa buona.

Ma non era la migliore.

Mi fidavo delle persone, l’esperienza nel settore era inconfutabile, i risultati pure, la community non indifferente. Potevo fare una scelta migliore. Entrare con una cifra superiore al minimo!

Come sempre devi fare attenzione. Quanti soldi puoi bloccare, senza farci affidamento per qualche anno? Quanti soldi puoi spostare dal fabbisogno della tua famiglia e porli in un progetto di ampio respiro e di ampi potenziali?

Questa è la scelta più difficile.

Andare all-in con modalità scommettitore è da folli o da inesperti. Non potevo andare all-in. Non ero esperto, ma nemmeno un folle.

Alla fine ho sensibilmente aumentato il capitale, in base proprio allo “stack che mi rimaneva dietro”, come si dice nel poker.

Zillo, ma ne sai anche di poker?

Eh si. Quando facevo l’università ho giocato tantissime ore a poker online e letto vari manuali in merito. E’ lì che ho imparato il “money management”, ovvero quando e quanto rilanciare, studiare la posizione di rilancio, e le odds, ovvero quante possibilità erano a mio favore e quante a possibile favore dell’avversario in base alle sue giocate e alle carte sul tavolo. Ovviamente giocavo a Texas Hold’em, qualche volta a Omaha. MAI al 5-Draw, detto Poker all’italiana. Quello era da scommettitori.

Magari di poke capiterà di parlarne prossimamente. E’ un gioco definito d’azzardo, ma come tante altre cose, se viene utilizzato un approccio statistico e si allena l’emotività può diventare anch’essa una fonte di reddito. A meno che tu non sia troppo tight verso le nuove opportunità  😉

“E insomma Zillo. Con le Cripto cosa puoi consigliarci?”

Prima di tutto devi capire quanto sei disposto a perdere. Capiscimi. Sient’ammè. Versi le rece. Listen carefully.

Investi solo soldi di cui puoi dimenticarti. Loro devono fare il loro lavoro nel business scelto e pertanto non potrai avere fretta, sennò rischi solo di chiudere in perdita.

Diversifica fra le varie Cripto. Progetti, nazionalità, Market Cap e storicità. E’ gisuto differenziare nei business, ma a volte potrebbe essere intelligente diversificare anche trasversalmente fra diverse persone che si occupano dello stesso business.
Tranquillo, questo è un argomento che andremo ad approfondire nel Primo Assaggio, che sarà un percorso formativo molto particolare. E’ quasi pronto, stai sciallo.

Diversifica gli orizzonti temporali. Monete per il trading, e monete per il mid-term.

Diverse uova, in diversi panieri. Questo deve essere il principio.

E buona fortuna, se ancora credi alla fortuna.

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Michele Zillo


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 89
  •  
  •  
  •  
  •  
    89
    Shares