•  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Il 10 agosto ho pubblicato un articolo, con annessa analisi Tradingview in cui davo la mia visione del movimento ribassista che potevamo aspettarci da Bitcoin. Di conseguenza, volevo fare un pò di chiarezza su come gestire il trend ribassista generale delle Altcoin contro Bitcoin e l’Analisi Tecnica delle Criptovalute.

L’analisi sembra essere stata rispettata e queste sono state alcune delle posizioni di vendita nel mercato BTCUSDT

Trading sulle criptomonete

La prima vendita a 11394 USDT e altre a livelli più bassi.

Come mai se nell’analisi manifestavo un atteggiamento shortista, non ho venduto una posizione più consistente direttamente in zona 11.400 USDT, vendendo più basso e a prima vista, perdendo del profitto?

Beh, perchè non sono uno scommettitore delle Criptovalute, nè un Trader della domenica. Pertanto, la prima regola a cui devo sottostare è proprio il Money Management. Possiamo essere molto convinti di un’analisi, ma non dobbiamo mai farci abbagliare da essa, nè tantomeno fossilizzarci nel provare a seguirla quando dovessimo vedere comportamento contrario del mercato, rispetto quanto previsto.

“La specie che sopravvive non è quella più forte, ma quella che più velocemente si adatta al cambiamento”

In queste parole di Charles Darwin si legge un grandissimo insegnamento anche nel non rimanere immobili su posizioni prese e che magari perdono di validità. Se il mercato vira, devi essere pronto a virare. E devi esserlo, bypassando il tuo ego, ma avendo ancora della liquidità a disposizione.

In questo caso,  con il senno del poi, è facilissimo pensare che mi sarebbe convenuto vendere tutto il BTC che avevo in zona 11.400 USDT, ma se il mercato fosse impennato? Avevo lo Stop Loss impostato in zona 11.700 USDT, ma la perdita sarebbe stata molto più consistente.

Disciplina, disciplina e disciplina. Con il Trading ci si vive, ma senza disciplina, nemmeno il movimento più forte di mercato potrà salvarti, poichè al movimento successivo sarai già troppo esposto.

E tornando a noi, cosa mi aspetto per i prossimi giorni?

Il supporto dinamico è stato rotto e siamo nella zona dei due minimi locali precedenti di 17 e 28 luglio e 15 agosto, la cui linea base coincide con il livello 0.5 di Fibonacci e il massimo di fine maggio 2019. A mio avviso dunque si potrebbe scendere ancora un pochino fino a zona 9.000 USDT.

Ovviamente quello a cui stiamo assistendo sono delle manipolazioni da parte delle “manifotti” del mercato, e come al solito, loro fanno quel che gli pare. Ma se dovessimo sorpassare nuovamente zona 10.000 USDT, potrebbero innescarsi degli ordini Stop-Limit di ingresso nel mercato, da parte di Trader che identificano l’uscita dalla zona rossa come un Break-out significativo.

Personalmente guardo a zona 9.000 USDT, ma qualora dovesse cedere quella, il target successivo sarà ancora più basso, nella fascia 7.800 USDT e 8.200 USDT.

“Del doman non v’è certezza”, ma nel dubbio, un pò di hedging mi sta aiutando a bilanciare il rischio, riducendo la mia esposizione.

E voi come vedete i prossimi movimenti di Bitcoin e come vi state comportando in questi giorni?

Oltre a BTCUSDT mi sto godendo anche i bei movimenti del mercato CND/BTC, giusto per non farmi mancare nulla! E infatti i risultati si stanno vedendo, e i diretti interessati li stanno osservando proprio in queste ore.

E grazie a Cindicator per avermi messo a disposizione il loro Weekly Observer! Utilizzerò questa fonte per uno dei prossimi articoli, per integrare al meglio l’Analisi Tecnica sulle Criptovalute.

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Mike Zillo


  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share