•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 46
  •  
  •  
  •  
  •  
    46
    Shares

Ho avuto il mio primo contatto con Saverio Berlinzani, che posso definire il papà dei forex trader italiani, nella prima parte degli anni 90.

Io, ero agli inizi e lui già navigato trader in sale operative in giro per il mondo. Mi ricordo ebbi una lunga discussione sul fatto che, per me, era meglio negoziare le valute con contratti derivati, mentre lui, asseriva che era molto meglio farlo con il forex tradizionale. Anzi, dal suo punto di vista, tra valute e derivato, a pensarci bene, ci si poteva costruire un arbitraggio sulla differenza di quotazione, dato che il forex esprimeva un prezzo del momento, mentre il derivato un prezzo a termine.
Dico la verità, il fatto dell’arbitraggio, un’idea che non mi aveva mai accarezzato il cervello, mi diede un impulso di simpatia per questo trader.

In genere, non è il mio caso, tra trader e trader, c’è sempre una sorta di competizione, un “ti faccio vedere io chi è il migliore”, o cose del genere che, molte volte ti portano a litigare. Invece, riconobbi in questa persona una profonda professionalità trovandomi nella condizione di capire quando uno parla perché sa le cose e non a vanvera.
Devo farti fare una considerazione su questo aspetto, facendoti tornare un attimo indietro nel tempo e se non sei della nostra epoca, non puoi sapere che, in quel periodo, la maggior parte dei broker forex era la controparte dei trader. In pratica, se tu perdevi, loro guadagnavano e viceversa. Fu questo il motivo principale che mi tenne alla larga dai conti forex. In effetti, ci si trovava con almeno 3 punti di spread su cose tipo euro contro dollaro e prendere un lotto, ti costava come farti un mutuo sulla casa.

Ovviamente, stare alla larga da un conto forex di un broker non regolamentato, mi tenne anche alla larga da Saverio Berlinzani.

Per molti anni a venire, la situazione dei broker forex non mutò di molto e io mantenni la mia bella posizione lavorando, quasi esclusivamente, con broker regolamentati che mi dessero la possibilità di utilizzare contratti derivati. Non era solo per una questione di regolamentazione, ma anche di vero e proprio risparmio sul costo delle commissioni. Questa, lo avrei scoperto nel tempo, era solo una mia idea, se parliamo di coppie, cross nel forex, mentre persiste se andiamo a dare un giudizio sui contratti per differenza, i CFD, dove possiamo pagare commissioni anche 30 volte più alte rispetto ad un contratto derivato su un indice.
Però, oggi ti voglio parlare di Saverio Berlinzani, Save per gli amici.
Te ne parlerò secondo il mio punto di vista, senza peli sulla lingua e senza contraddittorio, dato che ha sempre declinato le innumerevoli richieste di intervista con il nostro sito, magari, in maniera elegante, ponendo in primo piano gli innumerevoli impegni da sostenere.

Proprio il fatto che non ci concedesse una intervista, mi indusse a tenerlo sotto controllo, cosa che stiamo, tra l’altro, facendo con diversi servizi a pagamento per evidenziare eventuali pecche.

Circa due anni fa, poco meno, mi iscrissi al suo servizio, prima con un periodo di prova, poi sottoscrivendo un abbonamento per alcuni mesi.

Devo dire una cosa, essendo un trader che ha sempre fatto scalping, scalping, scalping, mi sono ritrovato in una situazione, nei primi tempi, veramente imbarazzante.

Ovvio che, non avevo appreso la metodologia utilizzata da Berlinzani che ha basato la sua operatività su un aspetto principalmente: Usa la leva intorno allo zero, usa poco o niente lo stop loss, lavora le proprie posizioni con un sistema di hedging che solo a lui ho visto utilizzare.

Nella prima settimana, ho pensato che la mia più grande fortuna fosse stata la gratuità del servizio di prova.

Guarda, un servizio del genere, non lo avrei seguito nemmeno se fosse stato Berlinzani a pagarmi.

L’aspetto di non utilizzare, (apparentemente), lo stop loss, mi mandava fuori di testa e questo genere di operatività, non riuscivo proprio a mandarla giù.

Te la dico tutta, ma ti prego di leggere fino in fondo il mio post. Non voglio essere frainteso e mi piace dire la verità.

Mi sono trovato in situazioni, che non ho replicato perché ammonito già dal primo giorno da Berlinzani, devo dire in modo molto onesto, a non fare nulla nel caso di non capire nulla, dove una certa posizione andava sotto e, invece di stopparla, Berlinzani ne apriva una contraria in un’altra coppia, magari andando al ribasso al minimo.

Ora, per il mio modo di pensare, in queste situazioni, mi chiudo in stop loss e buona notte al secchio e questo modo di fare, mi innervosiva parecchio, altro che trading relax…

Fatto sta, che Saverio Berlinzani, per i suoi abbonati, fa anche dei corsi dove spiega la sua metodologia. Io ho fatto corsi con i migliori al mondo, anche privatamente, spendendo fior di quattrini e la prima cosa che ho pensato, è stata: “figuriamoci se io faccio un corso con questo qua“.

Sai com’è finita?

E sì, ho fatto il corso. Un casino di ore, dove mi si è aperto un mondo.

Sai, una volta entrato nella mentalità Save, non è così male la questione. Si tratta di un modo di fare trading online sul forex a bassissimo rischio.

Vero che apri posizioni e che molte di queste ti rimangono aperte anche per settimane, ma è anche vero che metti li, senza patemi d’animo, una piccola parte del portafoglio, se ti va storta hedgi e inizi a limare la perdita lavorando di pennello un ticchettino dopo l’altro. Cosa che ti da soddisfazioni enormi.

Insomma, parliamo veramente di un trading rilassante e divertente, non solo sulla carta. Dove te ne fotti di cosa può accadere il giorno dopo, perché, in ogni modo, hai la possibilità di coprirti.

Dopo il periodo a pagamento, sono stato scoperto e messo fuori dalla chat, devo dire con molta educazione, con la motivazione che ero un professionista e non era giusto fossi in una chat come quella di Save Forex.

Qualche mese dopo, ho contattato Berlinzani e l’ho convinto a rinnovarmi l’abbonamento.

Verità per verità, uso il suo servizio perché è una persona aggiornatissima, in linea dalle nove di mattina, anche prima la maggior parte delle volte e che resta in linea senza timbrare il cartellino se ci sono notizie, oppure riunioni importanti in grado di spostare il mercato.

Resto sempre uno scalper, però, seguendo le regole del “Berlinza”, ho ottimizzato la mia operatività.

Non ho molto altro da aggiungere, se non dirti che ho trovato un servizio valido, condotto da una persona di reale esperienza, ad un costo sostanzialmente basso rispetto al vantaggio.
Sappi che si tratta di un resoconto di una mia esperienza personale e che non ho alcun interesse economico nel rappresentarla a terzi. Se mi conosci, sai anche che non faccio sconti a nessuno.

Che il profitto sia con te!
Max W. Soldini

 

 

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 46
  •  
  •  
  •  
  •  
    46
    Shares