•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 66
  •  
  •  
  •  
  •  
    66
    Shares

Quando il trend non rispecchia solo la bontà di un progetto, ma anche l’ignoranza della massa

A novembre 2017 molta confidence serpeggiava nelle chat di Cripto, e in particolare quelle delle ICO. Le frasi più comuni erano
“Go Lambo”
“Go Mooooon”
Se non ci vedi un senso, è normale e hai una possibilità di salvarti dalla Cripto-maniac. Sono due frasi di auto-incitamento con cui le persone fomentavano l’eccitazione nelle varie chat (e anche in alcuni blog di bassa lega), facendo riferimento al valore della moneta su cui avevano investito e con cui puntavano a comprare una Lamborghini, sperando che appunto il prezzo arrivasse alla Luna.

Quando tutti parlano di qualcosa, probabilmente è troppo tardi. Ricordi?

Questa stessa frase l’ho usata in tempi quasi non sospetti. Si chiama logica. Molte persone hanno comprato nel periodo clou sull’onda dell’entusiasmo , fra dicembre ’17 e inizio gennaio ’18. Cosa è successo? Si sono trovati con le monete in mano, che però avevano un controvalore circa dimezzato rispetto quando le hanno comprate.
A questo punto o se la facevano sotto e tenevano (magari tradando), oppure vendevano.
Molti hanno venduto. E sai cos’è successo?
Coin Market Cap

Il volume di mercato è passato dagli oltre 830 miliardi di $ di inizio gennaio, ai circa 260 miliardi di questi giorni. Circa il 70% dei volumi è uscito dal mercato (liquidato in quasi sicura minus-valenza in fiat), oppure è relegato e abbandonato in qualche wallet di cui si ha paura a guardare il contro-valore fiat.

In parallelo al calo del volume di scambio, abbiamo un’altra informazione

Questo è il grafico di Google Trends, dove puoi vedere la frequenza di ricerca di argomenti collegati alle Cripto, nello stesso periodo del grafico sovrastante

Google Cripto

Con 100 si intende l’interesse massimo, e con 0 l’assenza di ricerche

Noti anche te una certa somiglianza?

Quando parlo di ignoranza, non voglio far trasparire arroganza, nè tantomeno che la verità coincida con la mia versione dei fatti. Esistono però alcune evidenze e una di queste è proprio la correlazione della fase bearish di mercato con l’uscita dal mercato di tanti volumi scambiati sul mercato, facilmente al periodo di massima hype delle Cripto. Prevalenza di ordini in acquisto = rialzo del mercato. Riduzione ordini di acquisto dopo un periodo bullish = ribasso del mercato.

Chi rimane sul mercato che combina?

Una buona parte dei volumi in ingresso nei mesi di “fiumana” erano concentrati su molte Alt-Coin, seguendo il miraggio della possibilità di decuplicare facilmente il proprio investimento. E se questi modaioli escono, chi rimane?

Bitcoin domina il mercato

Questo è il profilo della Dominance del Bitcoin negli ultimi tre mesi: noti l’aumento graduale? Con questo non sto dicendo che le Alt-Coin siano il male, ma che semplicemente molti volumi di Bitcoin sono stati usati per tradare (con meno hold) le Alt-Coin, e tradati con le fiat. Questa situazione mi ricorda un pò il film Highlander, in cui la profezia recitava “ne rimarrà soltanto uno”. In pratica il mercato delle Cripto è davvero un’ottima opportunità: purtroppo è stata sminuita la complessità delle sue dinamiche causando un ingresso incontrollato anche da parte di quelli con “meno pelo sullo stomaco”.

Se ti sei ritrovato in una situazione di minus-valenza, il mio consiglio è di NON farti prendere dalla foga o dall’avidità, ma di seguire comunque una strategia basata sul medio periodo (un paio d’anni), e vedere cosa succede. Nel frattempo puoi sempre imparare a fare dei piccoli movimenti di compravendita e avvicinare il tuo punto di profitto.

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Michele Zillo


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 66
  •  
  •  
  •  
  •  
    66
    Shares