•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quelle che ho deciso di proporvi oggi sono le immagini di due operazioni svolte sul Dax rispettivamente il 28 e il 29 Ottobre, insomma ieri e l’altro ieri per intenderci. L’idea di fondo era quella di seguire i market movers nella caccia agli ordini senza rischiare più di 5 o 6 tick a contratto.

Dax 28ott13

Il mercato, lo sanno anche i bambini ormai, è pilotato. Ci fu un periodo della mia vita, quando vivevo a Barcellona, in cui passavo notti insonni nel tentativo di capire COME si muovessero le mani forti sul mercato. D’altra parte, è chiaro il fatto che un conto è sapere che una cosa esiste e un conto è sapere che cos’è o come funziona quella cosa.

L’idea che mi attanagliava nelle notti spagnole, una sorta di nevrosi se così la possiamo chiamare, era che se il mercato fosse stato davvero pilotato coloro che lo pilotano avrebbero dovuto seguire REGOLE PRECISE e COSTANTI NEL TEMPO.

Dax 29ott13

Il perché questo gioco di eterna manipolazione debba seguire regole precise si può facilmente intuire. Ma per quale motivo le regole devono essere costanti nel tempo? Beh, così come le lingue servono a far comunicare per secoli e secoli i vari popoli, così tali regole hanno il compito di indicare quando, come, dove e perché il mercato sta per fare una certa mossa.

Mi raccomando, non fraintendermi, Con queste poche righe non ti sto parlando di nessun tipo di tecnica di entrata, di uscita o di gestione dell’operazione. L’unica cosa che qui ti voglio dire è che non solo il mercato è manipolato.

Tale manipolazione segue regole molto precise.

L’argomento, oltre ad essere molto scottante, è anche alquanto complesso.

Da finirci in croce insomma.

Ma non anticipiamo i tempi.
Anche in questo caso, piccoli calci al barattolo.

Buona giornata a tutti
Vittorio


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •