•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi, terzo venerdì del mese, ho effettuato due operazioni. Non riesco ancora a tralasciare il trading nelle giornate di lunedì e venerdì, in genere molto incerte e con scarsi volumi. Prima o poi seguirò il consiglio di Max. La prima operazione, su USD JPY, l’ho chiusa in pari, nel tentativo di sfruttare un possibile movimento al ribasso, dopo che il prezzo aveva superato il massimo di ieri, intorno alle 14 ora italiana. La seconda, sicuramente più interessante, è stata fatta sempre su USD JPY. Guarda il grafico a 15 minuti qui sotto.

SC20130920-164502

Si può notare un primo massimo, seguito da un calicetto sell (è qui che ho tentato la prima operazione), che però non è andato a target. Que è evidente che le mani forti hanno fatto scattare gli ordini posti sotto la barra timone, per poi ritracciare un pochino verso l’alto. Poi, ci hanno anche messo una bella congestione. L’ingresso è avvenuto dopo che il prezzo è schizzato a contatto con la media centrale delle BB. Potete notare anche (frecce verdi) tre minimi crescenti consecutivi, indice dell’inizio di un rialzo (Joe Ross docet). Che ve lo dico a fare? Il solito obiettivo era il massimo delle 14. Entro in acquisto con 0.10 lotti. Primo target un punto sotto il massimo precedente, dove ho chiuso metà operazione (9 punti di gain). Guarda il grafico qui sotto, è la foto del mercato un punto prima del raggiungimento del target.

SC20130920-165725

Il resto, l’ho messo un punto sopra il pari, e l’ho dovuto chiudere anzitempo, perché era evidente il formarsi del big hunter stop, con possibilità di uno stop e reverse, che però non ho fatto.

Piccoli calcetti.

Buon week-end.

Sebastiano.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •