•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Halving di Bitcoin: pericolo od opportunità?

Prima di addentrarci in questo argomento, non voglio tradire le attese. Niente video analisi settimanale (almeno oggi) perchè ritengo siamo in una no-trade zone.

Bitcoin ha avuto un’impennata dal livello 8500$ fino a rompere i 9150$ venendo respinto con buona decisione.

Ero in video-call con Eros poco fa e gli stavo proprio spiegando quanto fossi un pollo (ma non tanto da comprare il Pollo-coin), che avevo messo un Buy-Limit sul livello 8900$ perchè poteva rappresentare un livello interessante, ma mi sono dimenticato di averlo inserito e alla fine ho comunque chiuso in pari.

1 Brutta notizia: mi sento un pollo perchè con quell’operazione facevo giornata.
2 Buone notizie: il modello grafico che ho usato ha funzionato alla perfezione e ho imparato un’altra lezione per la prossima volta.

Ma parliamo di Halving di Bitcoin. Dimezzamento della Reward per blocco e dimezzamento dell’inflazione di BTC.

Aspettavo questo giorno da mesi, anni forse e sembrava sempre lontano. Sarà forse per la quarantena, forse perchè è un periodo denso di impegni, ma alla fine questo 11 maggio è arrivato e stasera avverrà questo halving di Bitcoin.

Halving, dall’inglese, significa semplicemente dimezzamento. Al raggiungimento del blocco numero 630.000 della Blockchain di Bitcoin, la reward sarà già stata dimezzata, da un valore attuale di 12.5 BTC, a un valore di 6.25 BTC per blocco.

Sì, sembra scontato, ma oggi ho letto una persona convinta del fatto che l’halving fosse il dimezzamento del prezzo di Bitcoin e chiedeva come mai alcune persone chiedevano a loro volta se poteva esser e conveniente comprare prima del halving. Oh my Gosh.

Prestiamo bene attenzione a un paio di aspetti: siamo in una fase per cui centinaia di milioni di USDT sono entrati nel mercato, facendo inevitabilmente gonfiare il prezzo. Hai presente quella statistica di Coinbase per cui c’è stato un picco di persone che in America ha iniziato a depositare esattamente i 1200$ derivanti dal Helicopter Money statale?
Proprio un’oretta fa arrivava questa notizia direttamente da Whale Alert.

Inoltre, la cosiddetta FOMO, ovvero la Fear Of Missing Out ha iniziato a spargersi e sicuramente molti neofiti sono entrati a mercato, comprando Bitcoin “perchè fra poco c’è l’halving”.

E me li vedo correre alla rincorsa del Bitcoin come se fosse l’ultimo rotolo della carta igienica o l’ultima confezione di lievito di birra della quarantena appena passata.

Nulla di più sbagliato. O meglio. Comprare Bitcoin non è mai sbagliato, ma comprarlo in preda all’entusiasmo o al timore di rimanere a piedi dal treno in corsa è un errore.

La bolla del 2017 l’ho vista bene. Avevo comprato ben prima della bolla, ho visto alcuni miei portafogli gonfiarsi letteralmente a dismisura, e comunque non ho venduto. Al tempo mi sono fatto anche io prendere dalla gola.

Questa volta invece no, tanto che ho fatto una piccola operazione speculativa anche sul mio portafogli di lungo termine. Piccola, molto piccola, ma giusto per ricordarmi che prima o poi queste monete se dovrò venderle, dovrò avere il coraggio di farlo.

Cosa mi aspetto? Beh, alcune mining farm saranno costrette a chiudere i battenti e ci sarà un po’ una corsa a chi riuscirà a chiuderli dopo, sfruttando quindi la decrescita della difficulty e aumentare le probabilità di accaparrarsi il blocco. Altre, le più grosse, rimarranno in piedi. Dunque dopo una flessione del Hashrate, credo che assisteremo a una ripresa della potenza di calcolo della rete e a una sua costante crescita, in seguito all’avvento di nuovi miners da parte di Bitmain e di eBang.

Storicamente l’halving di Bitcoin ha avuto risultati che si sono ripetuti, anche se due eventi storici non rappresentano a parer mio un campione significativo. Di solito si è assistito ad una discesa del prezzo per qualche mese per poi avviare un nuovo ciclo di rialzo. Così almeno nei due precedenti.

Ci sono alcune differenze. 4 anni fa non so quanti parlassero di Halving e sicuramente non c’era questa FOMO.
Oggigiorno ci sono anche i derivati, che anni fa non c’erano e che possono facilmente amplificare il movimento.
Se tutti si aspettano che il mercato vada in una direzione, spesso e volentieri il mercato se ne frega e va nell’altra.

Credo ne parlerò diffusamente in un video dedicato, che andrò a fare.

Stiamo valutando di creare un canale Youtube dedicato alle Criptovalute e affini, con contenuti regolari, tematici, di approfondimento e quando capita anche delle interviste con altri esperti del settore.

Fatemi sapere se può interessare e se qualcuno ha voglia di darmi una mano nella divulgazione delle informazioni, così istituiamo un piccolo Power Team.

La partenza è quello che ferma la maggior parte delle persone

Buon Halving a tutti!

Mike Zillo


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •