•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Buongiorno a tutti gli amici del blog!

E perché no…anche ai nemici. Bravo, proprio di te parlo, caro amico Broker. Un saluto anche a te che leggi i nostri articoli nell’ombra ingoiando Malox. Buona giornata anche ai tuoi bruciori.

Lo so, lo so. E’ il mio primo post e stando così le cose dovrei fare le presentazioni e tirare fuori un set ben fornito di violini e meringhe. D’altra parte, da buon maiale emiliano, non sono abituato a tanti convenevoli e giri di parole. Per cui, andiamo subito al sodo e lasciamo le presentazioni a quando ci faremo una sana mangiata in osteria.

In questo mio primo e breve articolo ho deciso di raccontarti il modo più semplice che utilizzo per entrare nel canale del profitto.

Il grafico che vedi è EURUSD di oggi 21 ottobre 2013 sul mercato regolamentato (6E scadenza 12-13) a 15 minuti. Per come vedo le cose in questo frangente, il modo più idiota di entrare nel canale del profitto al ribasso (fatti i calcoli tu per la situazione al rialzo) si ha quando dopo tre o più barre che segnano minimi discendenti il prezzo rimbalza sulla media a 14. Al rimbalzo sulla media a 14, se si genera una barra parlante o un calicetto e lo stop è piccolo, ENTRO! Se mi va male prendo un piccolo stop, se mi va bene, prendo tutto il movimento.

 

6e 21ott13

 

Il secondo contratto è appena andato in stop profit.

Salirà? Continuerà a scendere? Non lo so e sinceramente non me ne frega nulla.

Il primo contratto intanto è a casa. Sono convinto che più che il singolo risultato, sia importante il concetto. Il concetto proiettato sul lungo termine.

Inoltre, oggi è lunedì ed i mercati sono abbastanza scarichi e fiacchi. Molto meglio operare con molti volumi. Più volumi vuol dire più mani fotti, e più mani fotti vuol dire che per noi c’è da mangiare di più.

Paolo Serafini insegna. Regola numero 1: metti sempre lo stop loss e che sia piccolo. Regola numero 2: mai dimenticare la regola numero 1.

Piccoli calci al barattolo
Buona giornata a tutti
Vittorio


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •