•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 39
  •  
  •  
  •  
  •  
    39
    Shares

L’economia australiana ha continuato a muoversi nella giusta direzione.
Secondo i dati più recenti,infatti la crescita del PIL è del 3,1%, l’inflazione è di circa il 2% e il tasso di disoccupazione è ora inferiore al 5½%.

Non siamo ancora a livelli di piena occupazione ma se la crescita continua in modo progressivo seguendo le aspettative sia l’inflazione che l’occupazione raggiungeranno i loro livelli ottimali nell’arco dei prossimi due anni.

L’economia australiana sembra essere cresciuta fortemente durante la prima metà del 2018. Il PIL è aumentato dell’1% nel trimestre di marzo e un ragionevole aumento è atteso nei prossimi trimestri.

Le condizioni economiche sono positive e gli investimenti delle imprese non minerarie sono in ripresa.

Anche le esportazioni di risorse sono in forte aumento con l’entrata in esercizio di nuove capacità, in particolare per il GNL.

Le prospettive globali rimangono positive, anche se i rischi sono aumentati a causa del protezionismo voluto dagli States.

Le economie avanzate comunque stanno crescendo molto rapidamente.

Ora si sta verificando anche una graduale ripresa della crescita dei salari.

I tassi di interesse ufficiali nell’area dell’Eurozona, Giappone, Svezia e Svizzera sono ancora negativi, da oltre un decennio dopo l’inizio della crisi finanziaria. In Cina, la crescita ha rallentato un po’ .

Ci sono alcune incertezze che meritano di essere evidenziate.
Una è la possibilità di un’escalation nelle tensioni commerciali globali tanto che le imprese stanno ritardando gli investimenti a causa di tutto ciò.

Un’altra incertezza è la possibilità di una ripresa più ampia del previsto dell’inflazione negli Stati Uniti, poichè l’economia statunitense sta vivendo un notevole stimolo fiscale in un momento di limitata capacità inutilizzata, quindi la crescita potrebbe sorprendere al rialzo. Non si può escludere quindi la possibilità che la Federal  Reserve aumenti i tassi di interesse più rapidamente di quanto attualmente previsto, con conseguenze potenzialmente dirompenti sui mercati finanziari.

Una terza serie di rischi globali proviene da un certo numero di singole economie con vulnerabilità strutturali e / o istituzionali specifiche del paese, tra cui Argentina, Brasile, Italia e Turchia.

Nonostante gli eventuali  rischi globali l’economia australiana però continua la sua forte crescita , e il Governatore Powell si dice pronto in un prossimo futuro a ritoccare al rialzo i tassi di interesse .

L’ultimo aumento del cash rate è avvenuto alla fine del 2010, quindi un aumento, quando si verificherà, rappresenterà un cambiamento significativo per molti intermediari finanziari.

 

Stay Alert

Vincenzo Frascella


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 39
  •  
  •  
  •  
  •  
    39
    Shares