•  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 39
  •  
  •  
  •  
  •  
    40
    Shares

Per promuovere il razionale processo per individuare i cavalli che possono vincere una gara e/o sono comunque interessanti e proficui per una operazione di trading (in running), bisogna seguire un determinato percorso.

Questo processo identifica i fattori responsabili per ottenere selezioni di successo che, utilizzati insieme, permetteranno una formula “easy-to-use”.

I principi di una selezione sono semplici e comprendono quattro fondamentali punti:

  • Form (forma)

  • Fitness

  • Class (Classe)

  • Conditions (condizioni)

Se impariamo bene l’analisi di questi punti potremo avere un vantaggio rispetto ai tantissimi punters o traders che credono di poter battere il bookmaker ma che poi in realtà sono spesso in loss.

To bet or not to bet” , “To trade or not to trade” questi sono le domande che tormentano ognuno di noi.

Prima di ogni decisione è di vitale importanza la scelta, questa è la differenza che contraddistingue un punter/trader professionista dal giocatore dilettante.

Il betting ed il trading sono una dura lotta nella quale solo i più abili sopravvivono e pertanto con questo avvertimento solo voi sarete in grado di decidere se entrare in gioco o meno.

Ci sono tantissimi modi per fare profitto (?), tipster, canali a pagamento etc., ma se avete veramente l’ambizione e la volontà di imparare come funziona una selezione dei cavalli dovrete per forza imparare la formula che incorpora i quattro punti che vi ho accennato.

FORM (Forma)

La forma è il punto più importante della selezione, tutti gli altri fattori sono fattori esterni modificanti.

La forma è l’indiscutibile record della performance del cavallo, ciò che lui ha fatto o non ha fatto, l’unico mezzo per valutare e confrontare in modo affidabile la capacità.

Quando la forma è “Top-Class “, è estremamente attendibile ed è dichiarata ufficialmente come la “forma che batte tutto”, in sostanza la forma è il fattore di selezione che non deve essere mai sottostimato.

FITNESS

Il secondo punto è quello che sembra avere maggior influenza sulla forma.

La cosa più evidente quando un cavallo è “fit” sarà indicata da una performance dei precedenti 14 giorni ma comunque non dovrebbe essere automaticamente considerato “in fit” se la sua prestazione non sia conforme ad uno standard prescritto.

Il fitness di un cavallo è un fattore di bilanciamento che può invalidare la forma.

CLASS (Classe)

Il terzo elemento della formula può avere una importante influenza sulla selezione.

Nell’horse racing la CLASSE può essere definita come la qualità della competizione contro cui un cavallo corre.

  1. Un cavallo elevato di classe deve migliorare sulla propria capacità e forma
  2. Un cavallo nella giusta classe deve riprodurre una forma equivalente all’ultima che ha mostrato in quella classe
  3. Un cavallo sceso di classe ha semplicemente da recuperare il suo normale livello di abilità come mostrato nella classe superiore per avere una possibiltà di vincita La classe nella selezione assume pertanto un valore negativo, neutrale o positivo.

CONDITIONS (Condizioni)

E’ il quarto ed ultimo elemento della nostra formula.

Le condizioni agiranno come un importante meccanismo di bilanciamento nella decisione della selezione quando gli altri fattori risulteranno uguali.

Le condizioni da considerare sono: distance, going, weight, penalties, course, draw, jockeyship, altri fattori.

DISTANCE (distanza)

L’abilità di un cavallo di sostenere una certa distanza non può essere accettata fino a quando non comprovata da un test di corsa. Molti cavalli hanno solo una distanza sulla quale possono produrre la loro migliore forma.

GOING

Il GOING è il termine attribuito alle condizioni della superficie del tracciato di corsa. Molti cavalli hanno una preferenza per un certo tipo di going e possono essere incapaci di produrre la loro migliore performance su altri going.

WEIGHT (peso)

Più peso un cavallo porta più piano correrà, è il livellatore della loro abilità.

Nelle corse handicap il peso dei cavalli è continuamente rivalutato e cambiato per allinearlo alla loro performance.

Penalità di peso vengono date ai cavalli dopo che hanno vinto una corsa e pertanto deve essere preso seriamente in considerazione.

RACECOURSES (ippodromi)

I racecourses in UK ed Irlanda variano molto in misura, forma e differente ondulazione a seconda dove si trovano e nel National Hunt (gare di salto) gli ostacoli che si incontrano sono di differenti altezze e rigidità.

La peculiarità dei racecourses produce specialisti della corsa e se un tracciato è idoneo allo stile di corsa di un cavallo deve essere preso in considerazione.

DRAW(solo per le corse Flat)

Il Draw è la “gabbia di partenza” posizionata sul racecourse dove un cavallo è piazzato per iniziare la gara.

Il draw è significante nelle gare sprint (5f e 6f) quando c’è un ampio campo partenti ed una parte del percorso può dare un notevole vantaggio ad uno o più cavalli e spesso annullare completamente le possibilità di un cavallo mal posizionato in un draw.

JOCKEYSHIP

La performance di un jockey (fantino) di qualità può fare la differenza tra il vincere e perdere una corsa.

ALTRI FATTORI

Questi includono il montaggio dei paraocchi (blinker), un visore o altri accessori, che possono avere un effetto devastante o dannoso sulla performance di un cavallo.

La performance del trainer (allenatore) e la forma stabile del cavallo sono altri fattori da notare così come l’allevamento e la proprietà dello stesso.

Questo è in maniera semplificata come affrontare un processo di selezione per individuare cavalli possibili vincenti o comunque che possono avere una ottima performance durante la gara.

Se sieti interessati ad avere qualche nozione di base in più sull’ippica inglese potete seguire questo gruppo :

https://www.facebook.com/groups/profitby/

Buon trading a tutti !!!!

Massimo Tamburini


  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 39
  •  
  •  
  •  
  •  
    40
    Shares