•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Ci sono alcune riflessioni sul Trading online che valuto importanti, saranno le ultime di un certo rilievo che pubblico qui, perché non ritengo ci sia un adeguato dibattito e mi accorgo dal numero dei commenti che sto parlando di cose che non interessano a nessuno.

Mi rendo conto che, la maggior parte dei “Trader Online”, è più contenta quando si favellano risultati su risultati per poi tornare al solito tran tran quotidiano, cioè aumentare i rischi di perdita continua nei mercati.

Molte volte mi sono chiesto chi me lo fa fare di mettermi qui a scrivere di cose che potrei mettere in un corso di trading e vendere, invece di elargirle gratuitamente.

La risposta, è la passione, ma anche l’aver modo di confrontarmi con altri Trader.

Beh, questo confronto non lo vedo molto, e pubblico questo mio post perché lo avevo in parte preparato ieri finché mi accingevo a combattere contro i mercati e perché sono ormai le tre di notte e non ho proprio voglia di sdraiarmi a dormire.

Voglio che sia data molta importanza a questa riflessione sul trading, con la consapevolezza che leggere gli ultimi post di questo sito, potrà dare una chiave di svolta al modo di fare Trading di molti, portando la situazione verso un continuo turbinio di piccole entrate. Piccole entrate che, sommate una sopra l’altra, potranno fare la differenza in molte famiglie, generando un reddito aggiuntivo, ma anche facendo diventare il Trading online una vera e propria professione per alcuni.

Manterrò l’impegno del webinar a mercati aperti con Paolo Serafini, perché per me la parola è importante, ma anche questo, con molta probabilità, sarà l’ultimo webinar di Trading online che trasmetterò.

Come si dice sempre in questi casi, passiamo al sodo.

Nell’articolo di ieri, abbiamo affrontato alcune modalità che un trader idiota affronta per fare profitto con la chiusura di un Gap.

Abbiamo visto che possiamo rincorrere la chiusura, ma il rischio che si protragga senza arrivare al suo target, è molto elevato e come si sa, a me di rischiare per queste cose non è che mi sia molto piaciuto.

Abbiamo anche visto come prendere profitto dal rinculo delle posizione. Cioè chiusura e rientro nel buco da parte del prezzo.

La cosa importante, scusa l’aforisma, è che il buco in questione, sia il Gap, e non quello del tuo didietro.

Per evitare questa, chiamiamola per comodità “supposta”, bisogna essere degli attenti osservatori e dosare per bene le possibilità di entrata al mercato, anche perché, lo sappiamo benissimo, il mercato non fa prigionieri e non ha pietà del nostro conto in banca.

Anzi, se devo dire come la penso, se io guadagno so che ho grattato qualcosa a qualche altro Trader. Gli ho messo le mani in tasca e ho cercato di svuotargli il portafoglio.

Mi ricorderò sempre di quando Paolo Serafini si è comprato il Porsche, tutti lo prendevano in giro, ma si vedeva lontano un chilometro che era invidia.

Nessuno voleva ammettere che si fosse fatto un mazzo così per arrivare a quella macchina che in pochi si potevano permettere. Invidia.

La sua risposta ad un tizio in sala Trading, un professore di non mi ricordo quale materia che al pomeriggio veniva con noi, ma non guadagnava mai, me la ricordo come se fosse adesso: “La macchina me la sono sudata giorno per giorno sui mercati, in molti hanno collaborato per far si che potessi acquistarla”. Poi, mostrando la ruota anteriore sinistra, Paolo Serafini esclamò: “Vedi quella ruota? Probabilmente l’hai pagata tu”.

Eloquente, come sempre, pratico, coinciso e pronto al guizzo come un cobra, Serafini, lo Scalper, è sempre stato onesto nelle sue intenzioni: Se guadagno io, perde qualcun altro, questa è la regola principale dei mercati borsistici.

I soldi che girano in borsa, sono sempre quelli, cambiano solo di mano e anche velocemente. Non ci sono deroghe, nemmeno scuse.

Pochi mesi dopo, il professore aveva bruciato l’intero suo conto. Aveva anche fatto un debito con la banca e non lo abbiamo mai più rivisto.

Dai, lasciamo perdere i ricordi. Oggi per sfuggire alle sgrinfie delle assurde leggi e tasse dello Stato Italiano, siamo costretti a lavorare in altri paesi, e un po’ la poesia di quella sala Trading di Cavarzere resta quasi solo una bella reminiscenza.

Scusa, mi stavo perdendo.

Allora, stavo dicendo che per diventare un bravo Trader online, devi diventare un buon osservatore. Piazzati davanti ai tuoi monitor e inizia a prendere nota dei movimenti del mercato. Lui, il mercato fa sempre le stesse cose, magari a livelli diversi, ma fa sempre le stesse cose.

Prima di continuare con il post, vai a rileggerti questo. Si tratta di una grande verità, perché i più sono convinti che il Trading online sia di una difficoltà estrema, invece si tratta di una cosa molto semplice che può dare soddisfazioni economiche se ci si mette passione.  e se si sa cosa fare.

gap sul giornalierodel dax 18, 19 agosto, max soldini

Quello sopra, è un gap giornaliero sul Dax, rimasto aperto ad agosto. Tu non ci crederai, ma durante la sessione dell’altro ieri, i prezzi sono saliti fino a chiuderlo.

Già, se tu fossi uno che si guarda i grafici, avresti capito che, una volta chiuso, passavi al bancomat di Max Soldini per incassare qualcosa di consistente utilizzando la tecnica di cui parlo da qualche giorno, ma che i migliori trader che conosco, utilizzano con successo da anni.

ecco come chiude il gap, max soldini, trading

La riga rossa che ti ho messo nella foto sopra, ti fa vedere di come sia millimetrico il mercato nelle sue azioni. Beh, sono passati dei mesi, qualcuno ci ha lasciato anche le mutande, ma il prezzo torna sempre nel luogo del delitto.

freccia nera, livello di chiusura del gap del 18 agosto, cerchio, gap del 28, 29 ottobre 2015,

Qui, invece, siamo tornati al grafico a 5 minuti. La freccia nera ti fa vedere il livello dove il gap del Dax del 18 agosto è stato chiuso, il cerchio dove si è aperto il gap del Dax della sessione di ieri 28 ottobre.

Alla faccia di chi ha decine di indicatori, oscillatori e vibratori, il Trading semplice, quello a prova di idiota, ancora una volta trionfa sul mercato.

Lo so, lo so, lo so, potresti impazzire conoscendo bene questa tecnica. So anche a cosa stai pensando in questo momento.

Dai, inutile che perdiamo del tempo prezioso. Ho fatto la nottata a scrivere questo post, oggi è venerdì e non entrerò a mercato, ma per correttezza ti faccio vedere la foto dei miei profitti degli ultimi quattro giorni di trading.

profitto max soldini, trading online

Le frecce blu, ti fanno vedere i giorni di trading effettivi.

Non perdere tempo a fare somme. Sono 454 euro al giorno e 30 centesimi. L’unica cosa di cui mi vergogno un po’ è che nella sessione di ieri non sono arrivato al mio solito target giornaliero di 400 euro.

Ho chiuso la sessione a 399, 99. Che sfiga!

Bene, bene, benissimo, non mi resta che augurarti un buon fine settimana e darti appuntamento al nostro prossimo webinar.

Che il profitto sia con te!

Max W. Soldini

P.s. Il Trader è una vedetta? Sì deve essere sempre sul pennone più alto per osservare e avvisare gli altri Trader che sta arrivando una nave carica di bottino.

E’ una merdaccia? Certo, nessuno meglio di una merdaccia può svuotare le tasche di altri ignari partecipanti a questo mercato.

Il Trader è uno speculatore? Hehe, risponditi da solo, ma la risposta a questa domanda ti farà capire molto di più su questo mestiere.

Forex, Trading, Master, Scalper, Trade, Borsa, Borsa Italiana, Paolo Serafini, Max W. Soldini, Stop Loss, Calicetto, Il Manuale Del Trader Idiota, Gain,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares