•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 58
  •  
  •  
  •  
  •  
    58
    Shares

Controlla le tue emozioni.

 

Oggi mi rivolgo maggiormente a chi approccia il mondo del trading, con un argomento che mi sta molto a cuore, anzi con l’argomento che reputo il più importante in assoluto, e che purtroppo secondo me è tenuto in troppa scarsa considerazione, sto parlando dell’aspetto psicologico.

Chi inizia ad avvicinarsi al trading, lo fa perché il più delle volte viene attratto dai “guadagni facili” che si fanno credere, tramite le pubblicità ingannevoli che trovano in giro.

Ci si butta in questa arena senza un minimo di formazione, credendo che sia tutto oro quello che luccica. Il fatto è, che non solo ci si fida di persone senza scrupoli, ma non ci si “pensa” neanche.

Questo è il “primo stadio”, l’approccio.

Poi si incomincia (dopo le prime fregature) a prendere un po’ di consapevolezza in più, e si cercano tecniche per poter operare da soli, e qui incominciano i primi problemi, si perché credendo di aver trovato la tecnica valida, (Perché col guru di turno funziona benissimo) il problema dell’ operatività sia risolto, allora che si fa? Si apre un conto reale e si incomincia ad operare con soldi veri.

Questo è il “secondo stadio”, l’operatività in real.

Adesso incominciano le “dolenti note” i problemi “grossi”, perché dico questo? Ora te lo spiego.

Si apre la piattaforma di trading, si ha davanti il grafico, e qualunque conformazione ci sia, sembra essere quella giusta per aprire una posizione. Si apre la posizione e il prezzo tutto ad un tratto gira dalla parte opposta, allora che si fa?

Si pensa: dai che adesso gira e si va in guadagno, ma inevitabilmente questo non succede, e siccome non si hanno ordini di stop loss inseriti, il conto inesorabilmente scende, ma si continua a tenere aperta la posizione con la speranza che il prezzo inverta.

Ad un certo punto si decide di chiudere e aprire in modo contrario la posizione, e che succede? Che il prezzo prende la direzione opposta, così si entra in una voragine di sensazioni emotive che ci porta a bruciare i nostri soldi, un po’ come l’immagine  a seguire:

Questo è il “terzo ed ultimo stadio” Il conto bruciato.

Bene, capisci ora che imparare a controllare le emozioni nel trading, viene prima di tutto?

Prima di operare nel mercato con  soldi veri, impara a controllare le emozioni, impara a non ragionare di “pancia” devi lavorare incessantemente sulla tua “testa”,  non esiste nessuna tecnica che ti faccia guadagnare nel trading, se prima non impari ad essere razionale.

Come puoi pretendere di riuscire a conoscere il mercato se prima non conosci te stesso?

Fai tesoro di questo articolo, e vai a rileggerlo più volte, finché ciò che è scritto qui dentro, non ti rimanga impresso nella mente.

Ti ho voluto mettere in guardia su i pericoli che si corrono, se ci si butta all’impazzata nel mercato, perché l’ostacolo più grande da superare non è l’acquisizione della tecnica efficace, ma il controllo totale delle propri emozioni.

Il trading emotivo è disastroso, e voglio che di questo se ne prenda consapevolezza, spero tanto di aiutare tanti aspiranti trader avendoli  messi a conoscenza di questa grande  “verità”.

Un saluto a tutti.

Sergio Candiloro.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 58
  •  
  •  
  •  
  •  
    58
    Shares