•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un saluto a tutti i trader di Amica Borsa.

Fra i bancari del nostro listino principale, sicuramente fra i titoli più solidi Intesa e Unicredit, proprio Intesa oggi è stata protagonista di un bel recupero dopo l’apertura americana, titolo che nello specifico è restato debole per gran parte della giornata per poi rompere i livelli di minimo e accelerare al ribasso con un movimento costituito da due barre ben evidenti, questo il grafico del titolo time frame 15 minuti:

isp z

Tento il buy alla rottura rialzista della piccola barra di possibile inversione configuratasi sui nuovi minimi a 3.136 con 5000 azioni che corrispondono a 10 euro a tick, con stop 1 tick sotto il minimo della mia barra di ingresso a 3.128, quindi perdita max di 4 tick ossia 40 euro e target max appunto il recupero del precedente movimento di accelerazione ribassista costituito da quelle due barre indicate nel grafico. Target max raggiunto a 3.158 dove avevo posizionato il mio ordine di vendita e operazione chiusa con 11 tick di gain, naturalmente come sempre anche in questa operazione varie erano le possibilità di gestirla,  magari si poteva uscire con metà o poco più posizione al raggiungimento del primo target, cioè il recupero dell’ultima barra di accelerazione ribassista e la parte restante di posizione lasciarla correre in stop profit o spostando semplicemente lo stop 1 o 2 tick sopra il nostro livello di entrata, così che anche nella peggiore delle ipotesi l’operazione era pagata comunque. Io nell’intraday preferisco uscire quasi sempre a target, ovviamente quando ci arriva, raramente lascio correre, che ci volete fare sono fatto così, ciao a tutti alla prossima.

Matteo Cantoni

Forex, Trading, Master, Scalper, Trade, Borsa, Borsa Italiana, Paolo Serafini, Max W. Soldini, Stop Loss, Calicetto, Il Manuale Del Trader Idiota, Gain,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •