•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Buongiorno amici, eccoci arrivati al trentaduesimo appuntamento della Ivy Crypto of the Week. La Ivy Crypto di questa settimana è Bitcoin SV, una Criptomoneta piuttosto controversa che continua a far parlare di sè.

Se vuoi leggere tutte le Ivy Crypto of the Week, vai qua.

Data di Fondazione

Bitcoin SV (BSV) è stata fondata nel 2018 dall’imprenditore ed informatico australiano Craig Wright.

Tipo di Blockchain

Bitcoin SV sta per Satoshi Vision ed è nata da un hard fork di Bitcoin Cash dopo che l’aggiornamento della rete programmato per il 15 novembre 2018 ha provocato una guerra hash che ha dato vita a due differenti versioni della moneta: Bitcoin ABC (Adjustable Blocksize Cap) e Bitcoin SV. Secondo il loro sito web, il progetto Bitcoin SV è supportato principalmente da CoinGeek Mining con il lavoro di sviluppo di nChain. Questa criptovaluta supporta il tradizionale formato di indirizzo ereditato da Bitcoin (BTC) e l’ereditarietà di Bitcoin Cash (BCH), noto anche come CashAddr, sebbene le preferenze della community siano diminuite nell’uso di quest’ultimo. In un’intervista rilasciata nel novembre 2018 a CryptoGlobe, il suo ideatore Craig Wright ha dichiarato che Bitcoin SV sarà in grado di gestire mille volte il volume delle transazioni di tutte le altre Blockchain, Paypal ed altri sistemi tradizionali di pagamento (combinati).

Applicazioni

Secondo il loro sito, “Bitcoin SV è il Bitcoin originale. Ripristina il protocollo originale Bitcoin, lo manterrà stabile e consentirà di scalarlo in maniera massiccia. Bitcoin SV manterrà la visione delineata dal white paper di Satoshi Nakamoto nel 2008.” Questo tipo di dichiarazioni da parte del team di Bitcoin SV e del suo fondatore ha sempre creato un certo scetticismo nel mondo delle Criptovalute. Il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin ha più volte definito Bitcoin SV come “scam”. Nell’ aprile 2019 Changpeng Zhao, CEO di Binance, ha deciso di rimuovere dal proprio exchange Bitcoin SV dopo delle affermazioni un pò sopra le righe di Craig Wright. A ruota è seguito un delisting di Bitcoin SV da diversi exchange tra i quali anche Kraken (che ha prima interpellato la propria community ed il 71% si è detto favorevole). In quei giorni è stato molto popolare l’ hashtag #DelistBSV. Bitcoin SV ha recentemente stretto una partnership con Zeus, un’ azienda fintech con base a Londra che si occupa di sistemi di pagamento. Bitcoin SV è anche sponsor ufficiale della squadra scozzese di calcio Ayr United FC.

Roadmap

Secondo il sito di Bitcoin SV le prossime milestones sono:

– primo upgrade del protocollo, il cui nome in codice è “Quasar”: è proposto per il 24 luglio 2019 e si concentra principalmente sulla scalabilità. A livello di protocollo, l’unica modifica pianificata per questo aggiornamento è l’eliminazione del limite predefinito della dimensione del blocco. Era stata in precedenza segnalata l’intenzione di aumentare il limite a 512 MB, tuttavia, dopo aver consultato la Bitcoin Association (il proprietario del progetto Bitcoin SV) e i miners che rappresentano una significativa maggioranza del tasso hash, è stato deciso che il software Bitcoin SV implementerà un valore predefinito di 2 GB a luglio 2019

– ritorno a “Genesis”: il secondo e più significativo aggiornamento è proposto per il 4 febbraio 2020 e prevede di includere una serie di modifiche al protocollo di ripristino che rappresentano un ritorno quasi completo al protocollo originale e come tale è deciso di dargli il nome in codice “Genesis”. La data proposta è di 11 anni, 1 mese e 1 giorno dopo il blocco Genesis originale e questo aggiornamento rappresenta il ripristino della Satoshi Vision che è l’omonimo del progetto e lo scopo principale. Si ritiene che entro la fine del 2019 il software del nodo Bitcoin SV abbia implementato tutti i meccanismi di sicurezza necessari per consentire di eliminare completamente il limite di dimensione dei blocchi e consentire ai miners di gestirlo senza l’intervento degli sviluppatori.

Mining

Bitcoin SV può essere minata tramite la struttura PPLNS (che significa “Pay per last N Shares”, ovvero “Paga per le ultime N Condivisioni”) un sistema di ricompensa proporzionale a round. Un round è il tempo tra la prima condivisione dall’ultimo blocco trovato e la condivisione che risolve un blocco. ‘N’ è attualmente impostato su SVPool a cinque volte il livello di difficoltà. (La difficoltà è una misura di quanto sia difficile trovare un hash al di sotto di un dato target). La total supply è di 21 milioni di BSV. Secondo un tweet della BitMEX Research del 12 aprile 2019 i miners di Bitcoin SV avrebbero perso 2,2 milioni di dollari in cinque mesi, dal novembre 2018.

Team

Bitcoin SV viene sviluppata dalla CoinGeek Mining, unazienda con sede nell’isola caraibica di Antigua. Il membro del Team più rilevante è il fondatore Craig Wright, imprenditore australiano e personaggio piuttosto controverso. Sostiene di essere lui l’uomo dietro Satoshi Nakamoto ed è per questo che si è attirato le critiche di molti volti noti nel mondo delle Criptomonete, come quella del CEO di Binance Changpeng Zhao, che ha etichettato come “frode” queste insinuazioni. Il 21 maggio 2019 Craig Wright ha presentato richiesta di copyright negli Stati Uniti per il White Paper di Bitcoin, iniziativa che ha sollevato un vespaio di polemiche nel mondo delle Criptovalute.

RANGE DI PREZZO: 88 $ alla quotazione, con un picco di 243 $ a giugno 2019.

PRINCIPALI EXCHANGE DI QUOTAZIONE: Bitcoin SV è quotata su tutte le Principali Borse di Mercato, con una posizione su Coinmarketcap oscillante tra il quinto ed il decimo posto delle monete più capitalizzate.

Ci vediamo la settimana prossima con un’ altra moneta. Nei prossimi giorni lanceremo il sondaggio per la votazione delle prossime due “IVY Crypto of the Week”. Venite nel Club per ottenere il diritto di voto!

guadagnare assieme

Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso.

Alberto Vischio

Amicaborsa has no rights on the Bitcoin SV Logo which rights belong to the legitimate owner


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •