•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come previsto non ci sono state variazioni da parte della FED sulla politica monetaria. La notizia era ampiamente attesa dai mercati ma questo non ha impedito alle borse di far registrare dei ribassi. Non sembra arrestarsi la discesa del Petrolio, in calo anche oggi. Rialzi per Oro ed Argento.

La notizia più attesa della settimana ha confermato la previsioni: la banca centrale americana ha preferito mantenere la linea prudente a pochi giorni dalle elezioni presidenziali USA. Anche perchè la candidatura di Trump ha ripreso nuovo vigore dopo l’ultimo scandalo delle email private del suo avversario Clinton e questo come sappiamo spaventa i mercati. A livello di dati da segnalare la contrazione dei posti di lavoro nel settore non agricolo in USA mentre nel Regno Unito il PMI costruzioni è andato oltre le previsioni.

Iniziamo quindi proprio da Wall Street che in questo momento vede tutti e tre i principali indici in ribasso: il peggiore è il Nasdaq che cede il -0,54% mentre tengono leggermente meglio S&P 500 (-0,37%) e Dow Jones (-0,18%).

Ribassi più consistenti invece durante la sessione europea (indice Eurostoxx 50 -1,33% a quota 2.982 punti). Male tutte le piazze principali, Francoforte (Dax -1,47% a 10.370 punti), Parigi (Cac -1,24% a 4.414 punti) e Madrid (Ibex -1,85% a 8.873 punti). Ma la peggiore è stata Milano con il FTSE MIB che ha ceduto il -2,51% chiudendo a quota 16.474 punti.

Male il settore dei titoli bancari con Banca Popolare di Milano in testa (-7,69%) seguita da Banco Popolare (-7,05%), FCA (-6,21%), Banca Popolare dell’Emilia Romagna (-5,62%) e Unicredit (-4,96%).

Giù anche Londra con il FTSE 100 che ha chiuso in ribasso del -1,04% a 6.845 punti.

Negativa anche la reazione del Dollaro che ha perso terreno nei confronti di tutte le principali concorrenti: Euro (EurUsd +0,38% a 1,1097), Sterlina (GbpUsd +0,37% a 1,2288) e soprattutto Yen (UsdJpy -0,80% a 103,30 punti). Yen che ha guadagnato anche nei confronti della Sterlina (GbpJpy -0,44% a 126,92) mentre è invariato rispetto a ieri il cambio Euro-Sterlina a quota 0,9031.

Diamo un’occhiata anche al mercato delle materie prime dove le scorte di Petrolio di oggi pomeriggio, in deciso aumento rispetto alla scorsa settimana, stanno spingendo giù il prezzo del greggio: a New York il WTI cede il -2,42% a quota 45,55 $ al barile mentre a Londra il Brent tiene leggermente meglio cedendo il -2,16% a 47,09 $ al barile.

Di contro abbiamo una nuova seduta positiva per Oro ed Argento che guadagnano rispettivamente il +1,21% ( a 1.303 $ l’oncia) ed il +1,05% a (18,61 $ l’oncia). Negativi invece gli altri metalli che seguiamo di solito, vale a dire Rame (-0,27%), Platino (-0,15%) e Palladio (-0,76%).

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •