•  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 45
  •  
  •  
  •  
  •  
    46
    Shares

Parliano oggi di una vecchia strategia, ma tutt’ora ampiamente usata nell’ horse racing, che è molto semplice da applicare ed è considerata a “basso rischio”.

Utilizzando la strategia “LAY THE FIELD” andremo a bancare l’intero campo partenti. A prima vista, questo suona come un approccio pazzo, dopo tutto un cavallo deve vincere, giusto?

Il successo di questa strategia deriva dai prezzi impostati e dal numero di cavalli che si abbinano

Il modo più semplice per spiegare questa strategia è attraverso un esempio semplice che comporta bancare il campo partenti a un prezzo basso.

Tutto quello che dobbiamo fare è abbinare due cavalli ad un prezzo sotto 2,00 e così sarà garantito un profitto.

Ovviamente non ci devono essere due cavalli a questo prezzo prima della partenza della gara, quindi questa è una strategia che prevede la scommessa quando la corsa è in running.

ESEMPIO:

Diciamo che abbiamo impostato il prezzo a 1,75 e bancato ogni cavallo con Euro 10,00 così che la nostra responsabilità è di Euro 7,50 a cavallo.

Facciamo in modo che le nostre scommesse al momento della partenza siano mantenute in gioco in quanto non abbinate (Keep in play).

Il lavoro è fatto adesso guardiamoci la corsa.

Il cavallo CAP SOLEIL riesce ad abbinare la nostra bancata a 1,75 quindi i probabili scenari saranno:

CAP SOLEIL vince – perdiamo Euro 7,50

Ogni altro cavallo vince – vinciamo Euro 10,00

Il cavallo CAP SOLEIL ed il cavallo PATRIOT riescono ad abbinare la nostra bancata a 1,75 e quindi:

CAP SOLEIL vince – vinciamo Euro 2,50
PATRIOT vince – vinciamo Euro 2,50
Ogni altro cavallo vince – vinciamo Euro 20,00

Il cavallo Devil, Shadow e McGiver riescono ad abbinare la nostra bancata a 1,75 e quindi:

CAP SOLEIL vince – vinciamo Euro 12,50
PATRIOT vince – vinciamo Euro 12,50

MELON vince – vinciamo Euro 12,50

Ogni altro cavallo vince – vinciamo Euro 30,00

Come abbiamo visto il sistema è abbastanza proficuo, e solo nel caso in cui un solo cavallo viene abbinato e va a vincere la corsa noi perdiamo la nostra responsabilità.

Anche in questo caso non è semplice la scelta delle corse nelle quali possiamo utilizzare questa strategia.

Se vuoi operare seriamente con questa strategia, devi registrare molti dati. Ciò significa che hai bisogno dei tuoi report giornalieri non affidandoti solamente ai dati sulla forma disponibili su Betfair. Bisogna considerare i tracciati, le dimensioni del campo, l’ora del giorno e il tipo di prezzi che sono stati abbinati per cercare di elaborare dei modelli. Il vero segreto per approfittare a lungo termine della strategia è sviluppare la tua formula. I mercati semplicemente non sono abbastanza grandi per consentire a molti trader di collocarsi agli stessi prezzi.

Il problema che abbiamo quando usiamo il Lay The Field è che non ci rendiamo conto che più alta è la quota Lay e più alto è il prezzo che si paga. Ad esempio, se dovessi bancare il campo a quota 2,00 con 100 Euro, significa che ogni volta che perdi, perdi 100 Euro.

Ogni volta che abbini 2 cavalli a 2,00 stai andando in pareggio e solo quando abbini 3 cavalli a quota 2,00 puoi incassare 100 Euro (meno commissioni).

Ciò significa che hai un rapporto rischio / rendimento di 1:1 e devi vincere oltre il 50% delle tue negoziazioni per ottenere un profitto a lungo termine a questo prezzo. Pertanto dovrai decidere se devi bancare a un prezzo più basso per rendere il punto di pareggio più raggiungibile.

Anche se dovessi layare il campo a 1,50 avremo un rapporto rischio / guadagno di 1:1, ma hai solo bisogno di 2 cavalli abbinati per ottenere un profitto. È solo a prezzi inferiori a 1,50 che il rapporto rischio / rendimento cade a tuo favore e potenzialmente stai vincendo di più e hai meno rischi. Questo sottolinea perché i dati sono fondamentali e solo i dati potranno dirti quali sono le gare migliori.

Un grosso errore che molti novizi fanno con il Lay The Field è pensare di poter ripetere la stessa strategia su più corse e realizzare un profitto. Se dovessi bancare tutte le gare del giorno a 1,50 non trarrei profitto a lungo termine.

Prendete in considerazione le dimensioni del campo partenti insieme a quanto pensate che la gara sarà competitiva. Un favorito a quota molto bassa (sotto 1,40) renderà molto più difficile abbinare più cavalli a quote basse, quindi sono il tipo di gare da evitare.

Come accennato in precedenza, questi mercati non sono abbastanza grandi per tutti. Se vuoi assicurarti di essere abbinato, potresti dover spostare leggermente la quota. Ad esempio, invece di piazzare il lay a 1,50 lo sposti a 1,51 o 1,52. Il motivo principale è che troverai la maggior parte degli altri traders in-play che sceglieranno i numeri tondi che terminano in uno 0 o 5, il che renderà più difficile essere abbinati.

Parliamo di frazioni di secondi ed in base all’esperienza maturata ho notato che spesso cercare di abbinare a cifra tonda è difficile in quanto su quelle quote vengono posizionati le quantità di denaro più elevate.

Potendo utilizzare un software di trading ed usufruire dei vari automatismi la strategia diventa semplice da utilizzare ma, come ho già evidenziato sopra, un minimo di studio delle tipologie delle corse ed una raccolta di dati ed informazioni vi aiuteranno ad ottenere risultati più che buoni.

Un corretto money management ed una disciplina ferrea faranno il resto.

Se sieti interessati ad avere qualche nozione di base in più sull’ippica inglese potete seguire questo gruppo :

https://www.facebook.com/groups/profitby/

Buon trading a tutti !!!!

Massimo Tamburini


  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 45
  •  
  •  
  •  
  •  
    46
    Shares