•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le elezioni in Francia stanno entrando nel vivo e domenica prossima ci sarà una prima votazione con cui si decideranno i due canditati per il rush finale. La presenza di Marine Le Pen, seria candidata alla vittoria, preoccupa soprattutto i vertici di Bruxelles viste le sue posizioni euro scettiche.

In un contesto internazionale molto delicato come quello delle ultime settimane le elezioni in Francia potrebbero rappresentare la ciliegina sulla torta in termini di instabilità politica ed economica, soprattutto per l’Eurozona. I sentimenti populisti, che abbiamo più volte citato nei nostri articoli, stanno diventando sempre più forti in paesi come l’Italia, la Grecia, la Danimarca, la Francia ed anche in Germania stessa. Superato il pericolo delle elezioni olandesi ora l’Eurozona si trova di fronte a quelle francesi.

Domenica come dicevamo ci sarà una prima votazione in cui verranno scelti i due candidati finali (in totale sono undici) ed a vedere gli ultimi sondaggi l’indecisione è la protagonista assoluta. Circa un terzo dei francesi non sa chi votare e saranno decisivi gli ultimi giorni di campagna elettorale. Il sentimento anti-europeista non è un’esclusiva di Marine Le Pen: anche Jean Luc Melenchon, candidato radicale, è sulla stessa linea di pensiero. Ecco quindi che un’eventuale testa a testa fra i due (Le Pen, almeno stando ai sondaggi, sembra avere molte possibilità di arrivare alla votazione finale del 7 maggio) rappresenterebbe per l’Eurozona un bel problema.

Il problema, lo ripetiamo ancora una volta, è sempre lo stesso: se uno degli stati membri dell’UE, per giunta con la moneta unica come nel caso della Francia, dovesse fare il grande passo e decidere di uscire dall’Unione, potrebbe essere un esempio per gli altri paesi e si verrebbe a creare un effetto domino che rappresenterebbe, con molta probabilità, la fine del progetto Europa.

È normale quindi che i mercati (e non solo loro) guardino con attenzione alle elezioni in Francia. Già lo scorso anno abbiamo avuto Brexit e  presidenziali USA con la vittoria a sorpresa di Donald Trump. Soprattutto nel primo caso c’è stato uno shock sui mercati le cui conseguenze sono ancora visibili (per esempio la svalutazione della Sterlina): in caso di Frexit potremmo vivere una situazione simile.

Mai come in questi casi la politica e l’economia incrociano le loro strade: fino ad ora l’Europa ha sempre resistito, ma quanti colpi sarà in grado ancora di reggere il progetto UE?

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •