•  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Spesso si pensa a una adozione di massa delle Criptovalute, ma finchè l’acquisto, l’archiviazione e l’utilizzo non si semplificheranno, credo rimarrà una fantasia.

Questo credo sia principalmente il punto fondamentale che deve essere risolto, infatti per la maggior parte delle persone, soprattuto che si affacciano oggi al mondo cripto e per le persone più avanti con l’età, la cosa sembra essere più complicata di quello che è effettivamente.

Per molti, non avere intermediari, ma gestire personalmente i propri fondi, sembra spaventarli o essere addirittura un problema. Siamo sempre stati abituati in questo modo e i cambiamenti possono spaventare.

Ragioniamo come se in banca i nostri fondi fossero davvero al sicuro, mentre invece non ne siamo nemmeno i proprietari e una volta depositati diventiamo dei prestanti. Senza contare la riserva frazionaria, che è la percentuale di contanti che la banca è tenuta a tenere, ben inferiore al volume totale che ha in gestione. Ma questo è un discorso in cui non mi voglio addentrare oggi.

Anche i vari atti di hacking sui vari Exchange non hanno contribuito a dare un senso di sicurezza alle persone, ma se si fanno le cose fatte bene e con le dovute precauzioni, difficilmente si potranno perdere le proprie criptovalute.

L’alta volatilità di un mercato regolato da domanda e offerta, non contribuisce ad una adozione di massa veloce.

Anche la scalabilità è un problema, ma sono sicuro che verrà risolto, vedi Lightning Network. Anche internet quando nasceva negli anni Novanta non era sviluppato come oggi e per molte persone non serviva a nulla. Oggi sembra non si possa vivere senza.
La tecnologia va avanti, non si può fermare e sicuramente non ci aspetta.

Secondo il Ceo di Twitter, la sua sociètà per i pagamenti legata al mondo delle criptovalute, Square Crypto, open source, renderà l’adozione di massa non possibile ma INEVITABILE.

Adozione massa criptovalute

Non è ancora chiaro capire di cosa si tratti, ma è facile intuire che potrebbe essere integrata nel suo social network, Twitter.

Sempre secondo lo stesso Ceo di Twitter, Jack Dorsey, lo scopo di Square Crypto non è quello di fare soldi, bensì quello di migliorarli con un sistema moderno e innovativo dei pagamenti.
Infatti Dorsey non ha mai nascosto l’interesse verso Bitcoin e aveva dichiarato tempo fa di acquistarne un certo quantitativo ogni settimana.

Forse ci vorrà ancora un pò di tempo quindi, ma i segnali verso la mass adoption sono promettenti. Restando in attesa di altri sviluppi, continuiamo a rimanere aggiornati.

Restare disinformati oggi è una scelta.

Paolo Ambrosini


  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share