•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornata abbastanza piatta quella di oggi a Wall Street con i principali indici in territorio positivo ma con movimenti poco rilevanti. È stata un’altalena invece per il Dollaro che si è indebolito nei confronti di Euro e Sterlina mentre si è irrobustito, seppur di poco, nei confronti dello Yen.

Le borse europee come abbiamo ripetuto più volte durante la giornata sono rimaste chiuse per il lunedì di Pasqua e l’attenzione si è concentrata tutta su Wall Street. Premesso che è stata una giornata caratterizzata da bassi volumi di scambio, i tre indici principali si trovano tutti in territorio leggermente positivo.

Il migliore è in questo momento il Dow Jones 30 che guadagna il +0,30% a quota 17.567 punti seguito dallo Standard&Poor 500 che guadagna il +0,29%. Leggermente più indietro il Nasdaq che fa segnare +0,16% a quota 4.781 punti.

La mattinata si era aperta con un inizio di settimana positivo per quanto riguarda la borsa di Tokyo con il Nikkei che ha chiuso con un +0,77% dopo aver chiuso la settimana passata sostanzialmente in pareggio.

Sul mercato delle valute come abbiamo detto è stata una giornata a due facce per il Dollaro americano: male nei confronti di Euro (EurUsd +0,30% a quota 1,12) e di Sterlina (GbpUsd +0,84% a quota 1,4244), bene nei confronti dello Yen giapponese (+0,17%) che continua ad indebolirsi come settimana scorsa. Euro che è in rosso nei confronti della Sterlina inglese con EurGbp che perde in questo momento il -0,54% a quota 0,7861.

Giornata tranquilla ma caratterizzata comunque dal segno rosso anche per quanto riguarda le materie prime. Cominciamo dal Petrolio, con WTI e Brent che perdono entrambi terreno: il primo fa segnare un -0,30% a quota 39,34 $ al barile, il secondo -0,54% a quota 40,81 $ al barile. Per il WTI parliamo del contratto con consegna Maggio, per il Brent siamo passati a quello con consegna Giugno 2016.

In leggero ribasso anche l’Oro che perde in questo momento il -0,24% a quota 1.220 $ l’oncia (anche qui siamo passati al contratto con scadenza Giugno) mentre è praticamente invariato l’Argento che quota -0,03% a 15,19 $ l’oncia. In rosso anche Platino (-0,64%) e Palladio (-0,72%).

Da domani si ricomincerà a fare sul serio: riaprono le contrattazioni sulle borse europee e nel pomeriggio è prevista la conferenza stampa del presidente FED Yellen. Ne vedremo delle belle.

Noi ci sentiamo domani.

Buon trading a tutti

manuale-del-trader-idiota-300x300


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •