•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornata negativa quella di oggi sui mercati che hanno reagito alle indicazioni arrivate ieri sera dagli Stati Uniti. Ribassi anche per l’Oro (tornato ai minimi da 3 settimane) e per l’Argento, contrastata invece la seduta del Dollaro.

Alla base dei ribassi di oggi ci sono sicuramente le reazioni alle dichiarazioni di ieri sera da parte della Federal Reserve a cui dobbiamo aggiungere che l’aereo caduto oggi in Egitto ha fatto aumentare la paura per nuovi attentati terroristici. Quella che ne è venuta fuori è stata una giornata caratterizzata dal segno rosso un po’ dappertutto.

Partiamo dai mercati azionari dove in Europa la giornata negativa è ben sintetizzata dall’indice Eurostoxx 50 che ha chiuso con un -1,15% a quota 2.922 punti. Peggiore tra le piazze dell’Eurozona è stata Francoforte con il Dax che ha ceduto il -1,48% a quota 9.795 punti, male anche Parigi con il Cac che ha chiuso a -0,85% (4.282 punti) e Milano con il FTSE MIB che ha perso il -0,95% a quota 17.575 punti. Bancari croce e delizia del listino: da un lato abbiamo il migliore della seduta che è stata Intesa Sanpaolo (+2,41%) e dall’altro abbiamo il peggiore che è stata Banca Popolare dell’Emilia Romagna (-4,68%). Male anche Yoox (-4,13%) e Saipem (-3,55%).

Non va meglio a Wall Street che risente anche dei dati di oggi pomeriggio: richieste per i sussidi di disoccupazione di pochissimo sopra le attese (278mila contro 276) ma comunque in diminuzione rispetto al mese scorso, quello che invece ha sorpreso è stato il Philly Fed Index che è sceso contro ogni previsione. In questo momento peggio di tutti sta facendo il Nasdaq (-0,83%) seguito da Dow Jones (-0,71%) e da S&P 500 (-0,66%).

Chi ha risentito anche delle dichiarazioni della FED è stato l’Oro che cede il -1,45% a quota 1.256 $ l’oncia (minimo da 3 settimane) mentre fa ancora peggio l’Argento che perde in questo momento il -3,63% a quota 16,51 $ l’oncia. Non stanno andando bene neanche gli altri metalli che seguiamo di solito: tutti negativi Rame (-0,60%), Platino (-2,50%) e Palladio (-3,64%).

Ribassi anche per il Petrolio con il WTI che in questo momento cede il -0,50% a quota 47,94 $ al barile mentre il Brent di Londra fa leggermente peggio cedendo il -0,65% a quota 48,60.

A due facce (come ieri) la seduta del Dollaro sul mercato valutario: in leggero guadagno nei confronti dell’Euro (EurUsd -0,11% a quota 1,1203), male invece nei confronti di Yen (UsdJpy -0,29% a quota 109,88) e di Sterlina (GbpUSd +0,17% a quota 1,4624).

Sterlina che sta guadagnando anche nei confronti dell’Euro con EurGbp che perde il -0,30% a quota 0,7660 punti.

Buon Trading a tutti

Il Manuale Del Trader Idiota


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •