•  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Quando la Zecca di Stato te la puoi creare, è molto meglio che doverci entrare, prendere persone in ostaggio e doverne uscire circa sano e salvo.

Un pò di tempo fa mi sono guardato le prime due serie de La Casa di Carta (La Casa de Papel). Non sono un tipo da Serie Televisive, ma un mio vecchio studente un giorno mi scrisse chiedendomi se avessi già visto quella Serie TV.

Francamente gli risposi di no. Già il nome non mi ispirava molto. Ad un certo punto mi spiegò che secondo lui assomiglio un sacco al Protagonista della Serie TV, e per curiosità ci ho dato un occhio.

Devo dire che le prime due stagioni mi sono piaciute davvero molto. La terza è uscita una decina di giorni fa, ma dal Vainfighistan ho dovuto trovare un escamotage con la connessione Internet per riuscire a caricare i Moduli Avanzati di Primo Assaggio, poichè in pochi giorni saranno disponibili. Figurati a guardarmi qualcosa in Streaming.

Ma veniamo a noi. Sicuramente non voglio farti un trattato sulle Serie Televisive, anche perchè non essendo un mezzo produttivo, non mi entusiasmano molto.

Ne “La Casa di Carta”, un team di ladri gentiluomini deve svaligiare la Zecca di Stato spagnola per accaparrarsi ricchezza da spartirsi fra di loro e una fetta sarebbe andata anche a persone in difficoltà economica.

Ma con il mining di Criptomonete, non è più semplice?

Ho ancora nelle orecchie le idee di alcune persone che giocavano sistematicamente al Superenalotto e affini con la speranza che un giorno avrebbero vinto e avrebbero potuto cambiare la loro vita. Il segreto invece è che se i soldi non te li sei guadagnati, non ha appreso come generarli, come conservarli e come moltiplicarli, quei soldi andrai gradualmente a perderli, tornando fisiologicamente a vivere nella stessa condizione ante-vincita.

Hai mai letto questo articolo in cui molte persone si sono aggudicate il titolo di sventurati fortunati?

Con il mining di Criptomonete abbiamo trovato una vena aurea che ci permette di creare Criptovalute, affinando dei costi competitivi.

Generando Criptovalute non abbiamo bisogno di rapinare la zecca di stato, anche perchè in questo paese i militari incutono davvero timore. Riusciamo invece a generare ricchezza mediante la risoluzione di calcoli numerici.
Chissà se la quarta stagione vedrà i protagonisti de La Casa di Carta, cimentarsi nel furto di Criptovalute.

Qualche giorno fa infatti mi trovavo a spiegare come alcune persone mi facciano delle domande non proprio rilevanti, del tipo “Che percentuale mi rende?”.

La risposta a questa domanda dovrebbe essere del tipo “stai confrontando le pere con le sedie. Due valute e valori che non hanno quasi nulla a che fare l’uno con l’altro”.

Bitcoin ritengo sia destinato a fare delle buone cose, sia in termini di ulteriore ispirazione all’innovazione tecnologica, sia come prezzo. La prima creerà le basi perchè la seconda possa avverarsi.

Ma fino a quel momento, io userò i miei soldi anche per minare, fare trading, accumulare…perchè riporre tutta la propria fiducia in pezzi di carta che altri decidono quanto valgono non lo reputo la soluzione intelligente per il mio futuro e quello della mia famiglia.

Dal punto di vista delle monete inflative, la metafora “Casa di Carta” è un’associazione da non sottovalutare, in quanto la carta assume un prezzo in base al valore attribuito a ciò che ci stampi sopra. E’ il caso di un quadro di Picasso, o un pezzo di carta su cui rovesci del caffè.

Dal Vainfighistan per oggi è tutto. Ci vediamo nel Crypto Ivy Club, che ho un paio di operazioni da condividervi.

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Mike Zillo


  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share