•  
  •  
  •  
  • 4
  •  
  • 104
  •  
  •  
  •  
  •  
    108
    Shares

Se ti stai approcciando al trading sulle Criptomonete, è bene che abbia chiaro alcuni concetti.

Quando ho iniziato a fare trading, non sapevo nè su quali monete operare, nè su che tipo di mercato, nè tantomeno quanti soldi mettere.

Per le monete, ho iniziato a osservarle come una sorta di investimento su una ICO: controllavo la solidità del progetto e altri parametri come il team, lo stato di avanzamento…insomma, una specie di due diligence. Su come scegliere la Criptovaluta per il trading, avevo scritto questo articolo.

Ma poi, su quale mercato operare? All’inizio pensavo che il trading sarebbe stato OVVIAMENTE contro il dollaro e pertanto il mercato ottimale sarebbe stato quello con Tether, che al tempo era l’unica Stablecoin presente su Binance. Leggendo tutte le fonti comprensibili che mi passavano a tiro, mi ero reso conto di una cosa: i mercati contro USDT erano pochi e tendenzialmente anche poco liquidi e se avessi voluto fare trading sulle Alt-coin, avrei dovuto limitarmi a Bitcoin ed Ethereum.

Io volevo fare trading sulle Alt-coin. Vuoi mettere provare a surfare su quelle mega candele che si formavano? E poter avere quindi una probabilità maggiore di fare profitto, purchè fossi entrato al livello giusto?

Ho iniziato dalle più famose seguendo il consiglio di qualche persona che conoscevo, e le prime su ci mi sono affacciato sono state ENJ, QSP, TRX e CND. I progetti sembravano buoni, in fase di sviluppo…insomma, per uno che iniziava era più che sufficiente!

Ma che casino fare trading contro Bitcoin. Eh sì, Bitcoin conveniva perchè era mediamente più liquido dei mercati con Ethereum e offriva più possibilità di USDT.

Se oggi guardo a quei momenti con gli occhi un pò più navigati ed arrossati dalle ore che si passano davanti al pc, mi viene da sorridere e penso che alla fine tutto questo che sto facendo ne vale la pena. Eh sì. Ieri sera mentre CND stava letteralmente rompendo ogni frontiera, una volta quietato il mercato mi sono reso conto che non tutte le operazioni sono uguali, nè tantomeno hanno la stessa valenza e validità.

Attento: non ti sto parlando di profitto percentuale o assoluto. Ma proprio la qualità intrinseca dell’operazione stessa.

Come valuto la qualità di un’operazione di trading sulle Cripto?

Prima di tutto, deve rispettare il Money Management, entrando con una congrua percentuale di stack. Nè troppo, nè poco. Quanto basta per aver poi potenzialità di copertura e mediazione al ribasso.

Deve essere un un ingresso o uscita ad un livello “intelligente”, ovvero una zona con requisiti tecnici che ti permettano di massimizzare il profitto. Non parlo necessariamente di vendere alla cima, e all’ultimo Satoshi disponibile, ma leggendo bene la zona di ingresso si possono fare profitti migliori. Alcune mie zone di ingresso preferite sono in prossimità dei volumi grossi, perchè vuol dire che probabilmente quella è una zona di interesse di un maggior numero di persone.

Infine, se la fai in diretta devi mantenere i nervi saldi. Ieri sera CND è impennata e mi ha dato la possibilità di fare qualche operazione. A differenza del solito non sono riuscito a vendere in cima, ma stavo registrando un video del pump in diretta, e un paio di informazioni interessanti sono riuscito a catturarle. Penso lo pubblicherò nel Club nei prossimi giorni.

da dove partire con il trading Crypto

Quadrato verde: plusvalenza secca. Vendita 13.000 CND, riacquisto con lo stesso Stake di 13.430 monete –> 3.3%
Frecce rosse: plusvalenza secca. Vendita 20.000 CND, rriacquisto con lo stesso Stake di 21.954 monete –> 9.7%

Se non sei ancora nel Club, beh, non sai cosa ti stai perdendo. NON siamo un gruppo di segnali, ma ogni tanto mi capita di spifferare qualche mia operazione…e…”chi mi ama mi segua” insomma.

Se ti piacerebbe fare trading, ma non sai da dove partire…beh, commenta un bel “ZilloCondividiLaTuaPallaDiCristallo” nei commenti.

Se arriviamo a 30 commenti, organizzerò un webinar con le basi del Trading sulle Criptomonete. L’accesso ovviamente sarà prioritario per coloro che sceglieranno di commentare questo articolo con la parola chiave per i principianti, e con parola chiave + informazioni gradite per quelli che hanno almeno 2 settimane di operatività alle spalle.

Ci vediamo di là, più carichi che mai.

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Michele Zillo


  •  
  •  
  •  
  • 4
  •  
  • 104
  •  
  •  
  •  
  •  
    108
    Shares