•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 69
  •  
  •  
  •  
  •  
    69
    Shares

Domenica sera ho fatto un altro viaggio con BlaBlacar, e mi sono trovato a spiegare un’altra volta cosa fosse la blockchain.

La prima volta che ho spiegato la Blockchain è stato un pò complicato e penso di aver fatto trasparire davvero l’inutilità di essa. L’ultima volta ho usato degli esempi concreti.
Il mio compagno di viaggio ha reagito “Wow, ma è davvero una figata”.

Effettivamente bisogna farsi un’idea di come usarla, ma siamo sicuramente all’inizio di una rivoluzione.

Mi confrontavo qualche tempo fa con un TOP10 Advisor a livello mondiale sugli sviluppi della Blockchain per alcune applicazioni. Abbiamo convenuto che la tecnologia potrebbe risultare un pò costosa in questi mesi, ma che chi prima arriverà, prima alloggerà. Dunque se un progetto è reale, sostenibile ed efficacemente implementato appunto sulla Blockchain, potrebbe fare davvero la differenza sul mercato un domani nemmeno troppo remoto.

Ovviamente ci stavamo confrontando su una progettualità a me già nota da anni e per la quale ho svolto un’indagine di mercato precisa ma della quale ti metterò al corrente a tempo debito! Posso solo dirti che sarebbe un progetto rivoluzionario per il mercato europeo e soprattutto per quello italiano.

Esistono comunque altre applicazioni, dopo quella energetica che avevamo approfondito qualche giorno fa.

Partiamo da Facebook, che sta iniziando a studiare il modo più efficace per implementare la Blockchain in tutta la struttura business. Questo non dovrebbe sorprenderti in quanto un paio di mesi fa, Facebook stesso ha bandito la pubblicità delle ICO. Io ho letto questa scelta come un’arma a loro disposizione per spianare la strada per il lancio di un loro business Crypto-based.

A seguire la PwC (Pricewaterhouse Coopers) una delle Big Four Accountant Firms ha scelto di entrare nel mondo della Blockchain acquisendo una parte della società di Vechain, un’azienda che ha svolto regolarmente la sua ICO e proveniente dal mercato cinese.

Infine anche BMW utilizzerà i token DOVU per premiare i guidatori che faranno tracciare il loro kilometraggio. Il riconoscimento verrebbe fatto mediante OCR (Optical Character Recognition), facendo quindi lo screenshot del conteggio progressivo della strada percorsa. Ovviamente non vi può ancora essere l’integrazione con il GPS anche per un fatto di Privacy, ma osservando i motori di ricerca quanto bene conoscano i nostri interessi, sarà questione di poco tempo.

Sulla Blockchain ci saranno due approcci: lo struzzo e il sottomarino. Lo struzzo sarà colui che nasconderà la testa, convincendosi che non è necessario essere al passo con i tempi. L’approccio sottomarino è colui che naviga ben protetto e in un team di professionisti, ben conscio di quello che accade in superficie e attorno a lui.

La partenza è ciò che ferma la maggior parte delle persone

Michele Zillo


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 69
  •  
  •  
  •  
  •  
    69
    Shares