•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Prezzo e Valore sono due concetti così vicini ma allo stesso tempo così incredibilmente lontani.

Sono vicini perchè spesso, in maniera sbagliata, si confonde il primo con il secondo. Sono lontani perchè la differenza reale è così sostanziale che, una volta capita, ci si chiede come avevamo fatto a non pensarci prima.

Vale la pena dedicarci del tempo, perchè è un concetto valido in tantissimi campi della vita, non solo del Trading. A noi in realtà interessa per l’argomento che abbiamo iniziato a trattare in quest’ultimo periodo e cioè quello dei metalli preziosi, l’Oro in particolare.

Partiamo dal concetto di prezzo. Quando andiamo dal panettiere (sempre lui, ormai è diventato di fiducia) e compriamo per esempio il nostro solito kilo di pane, ci costa 1€. Quindi noi apriamo il portafoglio, prendiamo 1€, paghiamo e ce ne andiamo. Quello è il Prezzo di quel kilo di pane, cioè quanto costa in termini di denaro, o per essere più precisi quanto costa in termini di valuta.

Ma quanto vale in realtà quel kilo di pane? Abbiamo preso un esempio in cui è difficile andare al di là del semplice prezzo proprio perchè vogliamo capirla bene questa differenza tra Prezzo e Valore.  In realtà quel kilo di pane può avere un valore diverso a seconda della persona che l’ha comprato. L’hanno pagato tutti 1€, ma il valore cambia da persona a persona. Non è la stessa cosa infatti la percezione che ha una persona che magari lo userà per pranzare in fretta da sola, o un’altra persona che lo usa per pranzare insieme ad una persona cara che non vede da tanto tempo.

Il prezzo pagato è lo stesso, il valore che ha è enormemente diverso.

Nel mondo dell’economia e della finanza, le cose non stanno tanto diversamente. Per ogni cosa c’è un prezzo, quello dato dal mercato e dall’incrocio tra domanda ed offerta. E per ogni cosa c’è un valore.

Prendiamo ad esempio il mondo che ci riguarda più da vicino, quello del Trading Online: esiste una categoria, chiamata Value Investing, che basa tutta la sua operatività andando a ricercare quelle situazioni in cui il prezzo non corrisponde al reale valore di quello che vogliono acquistare. Un nome a caso di qualcuno che usa questa tecnica? Warren Buffett, non proprio l’ultimo arrivato.

Consideriamo il mercato azionario: ogni titolo ha il suo prezzo, e se vogliamo comprarlo dobbiamo sborsare una certa somma di denaro. Ma quel prezzo, che ripetiamolo ancora una volta è stabilito dal mercato, corrisponde al reale valore dell’azienda? Spesso e volentieri la risposta è no.

Il valore di un titolo viene calcolato a partire dai suoi fondamentali, cioè a parametri come il cashflow e la stato patrimoniale dell’azienda. Parametri che ci dicono come effettivamente quell’azienda sta andando. Ed il risultato non sempre coincide con il prezzo, anzi.

Sul prezzo influiscono fattori esterni: pensiamo per esempio ad una vendita massiccia sul settore di cui il titolo fa parte, causata da qualche azienda concorrente che ha fatto qualche cosa che non doveva. I prezzi delle aziende del settore scenderanno perchè tutti vendono, ma la solidità di quell’azienda, e quindi il suo valore, rimangono le stesse.

Bene, ora che è chiara la differenza veniamo a noi. Perchè abbiamo fatto tutto questo discorso sulla differenza tra Prezzo e Valore? Perchè riguarda molto da vicino quello di cui abbiamo iniziato ad occuparci nell’ultimo periodo e cioè i metalli preziosi. Abbiamo ormai capito che sono uno strumento potentissimo per combattere tutti i problemi che sono insiti dentro al sistema valutario, in primis l’inflazione.

Quello che stiamo cercando di capire è che, a prescindere dal prezzo dell’Oro piuttosto che dell’Argento, quello su cui dobbiamo porre la nostra attenzione è il loro Valore. Valore che come abbiamo detto più volte non si perde nel tempo a differenza di quello delle valute (che ricordiamolo, perdono valore ogni qualvolta una banca centrale immette nuova liquidità nel sistema): per comprare un kilo di pane oggi serve la stessa quantità d’Oro o d’Argento che serviva 50 anni fa. Il prezzo invece è aumentato per colpa dell’inflazione.

È un concetto molto, molto importante ed averlo capito ha fatto la differenza per il portafoglio di tante persone.

Continuate a seguirci, abbiamo appena iniziato.

Buon Trading a tutti

Il Manuale Del Trader Idiota


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •