•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In quasi tutti i gruppi dei social network, campeggia la domanda quasi scontata: quale altcoin acquistare e quando?

Già la domanda posta in questi termini denuncia una propensione ad utilizzare una parte di fondi per l’acquisto di più di una moneta e questa potrebbe essere vista come una sorta di diversificazione del paniere.

Un buon inizio.

Apparentemente potremmo trovarci di fronte una persona che non si vuole arricchire in 2 giorni, ma che ha ben chiaro che una diversificazione può portare ad una compensazione; della volatilità, chiaro, ma questo dovremo essere noi a spiegarglielo.

Di getto la prima risposta che potrebbe venire alla bocca potrebbe essere compra una altcoin e aspetta che acquisisca valore.

Nulla di più sbagliato!

Un investitore conscio di ciò che sta facendo, a prescindere dalla cifra dell’investimento, vuole sapere tutto dell’asset su cui ci va ad investire dei denari.

Prima di procedere con l’analisi della domanda, una raccomandazione per tutti quanti, soprattutto per gli investitori in erba: Impegnate solo e soltanto i soldi che siete disposti a perdere.

Per intenderci quelli che avreste destinato per giocare alla roulette.

O parte di essi, gli altri nascondeteli e fate finta che non ci siano!.

Ipotizziamo che vogliamo impegnare 100$ su una moneta che ci stuzzica il suo nome e ha un simbolo che ispira fiducia.

Tutto questo non basta, infatti la primissima cosa da fare è entrare nel sito di questa altcoin e cercare avidamente il suo White Paper (qui spiego cos’è); una volta rinvenuto occorre analizzare 2 punti fondamentali:

  • Quale problema risolve la moneta?
  • La blockchain viene davvero utilizzata?

Che problema si prefigge di risolvere

Dietro ad ogni cripto valuta è presente un’azienda che si prefigge di risolvere, attraverso, appunto il suo token, un problema finanziario, commerciale o di tracciabilità. In base a come espone il problema da risolvere e le soluzioni che si prefigge di applicare, è possibile farsi un’idea della solidità del progetto.

Occorre molta attenzione per quanto riguarda la speculazione dei trader per dei profitti rapidi: si hanno delle crescite esponenziali di alcune cripto valute, ma non avendo alle spalle un progetto solido la volatilità è molto alta e il rischio altissimo.

In questo caso è preferibile non comprarle!

La blockchain viene davvero utilizzata

Capita spesso che molti progetti per sembrare più credibili fanno sfoggio dell’utilizzo della blockchain.

Innanzitutto occorre vedere se la blockchain, nonostante sia proprietaria, abbia tutte le caratteristiche per essere pubblica.

Meglio sarebbe utilizzarne una pubblica e già conosciuta come potrebbe essere Ethereum, che nonostante le fees molto alte, ha una certa flessibilità dovuta all’utilizzo degli smart-contract.

Altro aspetto molto importante è come, a livello aziendale, la utilizzano e, più precisamente, se viene realmente utilizzata anche per risolvere il problema a cui si sono fissati l’obiettivo di risolvere.

Eseguita questa prima ricerca abbiamo già una certa quantità di dati che ci possono far decidere se ne vale la pena o meno impegnarci dei soldi.

Ma procediamo

Volumi di scambio

Supponiamo che la verifica del progetto sia andata a buon fine e siamo quasi sicuri che possa avere dei risultati.

Ora non resta che verificare cosa ne pensa il mercato di questo progetto, ebbene apriamo l’exchange dove questa moneta è scambiata e iniziamo a guardare la liquidità. Se è abbastanza alta possiamo pensare con giusta ragione che gli investitori sono davvero interessati, quindi saranno positivi anche i volumi di vendita e acquisto.

Exchange

Mano a mano che il progetto prende forma e la roadmap rispettata, la moneta puo ricevere supporto anche da più di un exchange, quindi può essere scambiata su più piattaforme e questo è un buon segno.

Sentiment

Come viene utilizzato nel trading, per affiancare l’analisi tecnica e perfezionare l’analisi fondamentale.

Il sentiment, ovverosia quello che scrivono le persone sui social, è un buon termometro per sapere se un progetto è valido e promettente.

Fate delle ricerche su internet per sapere cosa ne pensano gli addetti ai lavori di questo progetto, non soffermatevi alla prima informazione positiva: alcuni scrittori si possono corrompere!

Continuate a cercare e mediate i risultati che trovate, perché alcuni troveranno solo pregi, altri solo difetti, ma mediandoli potete avere un vostro punto di vista del progetto.

Una cosa molto importante, però è aver letto e capito bene il White paper: in questo caso capirete subito chi dice fandonie e chi ha capito bene il progetto.

Nonostante possa essere inadeguato o completamente inapplicabile; un proprio pensiero sul progetto dovete averlo altrimenti il vostro spirito critico potrebbe essere influenzato da ciò che leggete.

Questa disamina delle altcoin è la fase propedeutica alla costituzione del PAC, il video sotto offre tutte le indicazioni necessarie per costruirsene uno.

Attenzione: questo non è un consiglio finanziario, ma una semplice analisi personale dell’autore.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •