•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Esiste un campionato migliore per fare trading sportivo?

Quante volte ti è capitato di testare una  nuova strategia di trading e pensare che non te ne va bene una?

Che ogni volta che punti under la partita finisce clamorosamente over contro ogni pronostico o la partita da super over della squadra di turno finisca zero a zero?

Vedo moltissimi trader bravi nel fare analisi ma che non riescono poi ad utilizzare queste analisi per generare profitto.

Quando basi le tue strategie sull’analisi prematch e sulle statistiche devi fare di tutto per diminuire la casualità, per dare valore nel lungo periodo.

Certo, i motivi per cui ciò non avviene possono essere molti.

Magari la strategia utilizzata non è buona, oppure si sbaglia la modalità d’ingresso o il money management ma l’errore più frequente è di selezionare eventi sporadici.

Mi spiego meglio, molti sport trader prendono il palinsesto delle partite e fanno l’analisi dei match “più accattivanti”, ma non seguono un campionato in modo continuativo.

In questo modo le statistiche che leggi hanno un valore decisamente inferiore perché rischi di prendere le uniche partite contro statistica di una squadra e non riuscire quindi a prendere valore da un determinato trend.

Qual’è il campionato migliore per fare trading?

Questo dipende dalla strategia che utilizzi, come ti spiego nel video qui sotto.

Ma l’importante è specializzarsi su dei campionati specifici e non prendere partite casuali.

In questo modo non solo aumenterai il valore delle tue analisi, ma ridurrai la casualità e soprattutto diminuirai il rischio di over trading, poiché avrai un numero di partite ridotto da seguire.

In caso avessi perso il video su come affrontare i match di Europa League puoi trovarlo a questo link.

Buon trading sportivo!

Marco Pava


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •