•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Buongiorno a tutti gli amici trader del blog di Amica Borsa!

Oggi posto un’operazione non andata proprio come doveva, o almeno come io avrei voluto che andasse. Qui sotto il grafico a 10 minuti del CFD (contratto per differenza) dell’indice Nasdaq, scadenza giugno 2015.

Immagine 4

Quello che vedete cerchiato è uno splendido calicetto di Serafini. Abbiamo tutto, il punto d’incontro e il noto pattern di inversione. Non sono entrato subito alla rottura del massimo della candela centrale del calicetto, ma ho aspettato che la candela che vi ho indicato andasse a “pescare” sotto il livello del massimo della candela timone, per poi ritornare su. Stop loss di tre punti indice e primo take profit 17 punti indice. Il punto d’incontro è uno di quelli che non sfugge alla vista. Guarda il grafico qui sotto (orario), il supporto è evidenziato bene.

Immagine 5

L’operazione va bene da subito, ma il primo target, rappresentato dalla ricopertura della lunga candela rossa sul grafico a 10 minuti, è molto ambizioso. So bene che siamo a ridosso della banda inferiore delle BB sul grafico orario, e che, ad un certo punto, sto guadagnando 11, 5 punti di indice (46 tick) e potrei già chiudere 3/4 di posizione, ma mi intestardisco ad aspettare il target. Subito dopo, si verifica il prevedibile: devo chiudere in stop profit con 5 punti indice di gain (30 dollari circa) con la tecnica della rottura del minimo relativo precedente. Guardate dove ho chiuso, su questo grafico a 10 minuti.

Immagine 6

Potevo ridimensionare il mio target in base all’andamento del trade, ma sono stato poco flessibile stavolta.

Ho fatto bene a chiudere in stop profit?

Immagine 7

Voi che ne pensate?

Che il profitto sia con voi. Sebastiano.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •