•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Avvio di settimana negativo per le borse europee con Milano che ha chiuso a -1,15% a causa del rilascio dei dividendi. Positivi invece gli indici americani, in rialzo anche il Petrolio in attesa del meeting Opec di giovedì.

Oggi il calendario economico non prevedeva dati rilevanti ma l’attenzione del mondo economico era tutta per il meeting dell’Eurogruppo chiamato a decidere sul debito greco. Filtra un certo ottimismo dopo le parole del nuovo presidente francese Macron che in una telefonata con Alexis Tsipras ha reso pubblica la disponibilità del paese transalpino ad un accordo per la soluzione di questa vicenda.

Passiamo ai mercati ed iniziamo dalle borse europee. La giornata è stata nel complesso negativa (indice Eurostoxx 50 -0,26% a quota 3.577 punti) e l’unica piazza ad aver chiuso in positivo è stata Londra (FTSE 100 +0,34% a quota 7.496). Ribassi a Francoforte (Dax -0,15% a quota 12.619 punti), Parigi (Cac -0,03% a 5.322) e Madrid (Ibex -0,39% a quota 10.793) mentre Milano è stata la peggior piazza del vecchio continente a causa dei dividendi: il FTSE MIB ha infatti chiuso in calo del -1,15% a quota 21.318 punti. Tra i titoli che hanno chiuso in rosso il peggiore è stato Azimut (-4,32%) seguito da Unipolsai (-4,26%), Snam (-4,24%) ed Intesa (-4,14%).

Situazione diversa per gli indici americani che in questo momento sono tutti in territorio più che positivo. Il migliore è il Nasdaq (+0,70% a 6.126 punti), poco più indietro troviamo anche S&P 500 (+0,50% a 2.393) e Dow Jones (+0,44% a 20.896).

Giornata negativa per la Sterlina sul mercato dei cambi: la valuta britannica oggi cede terreno nei confronti di tutte le principali concorrenti, vale a dire Euro (EurGbp +0,45% a quota 0,8634), Yen (GbpJpy -0,26% a 144,65) e Dollaro (GbpUsd -0,17% a 1,3011). Seduta a due facce invece per il dollaro che è in calo nel cambio con l’Euro (EurUsd +0,24% a 1,1233) e, seppur di poco, anche in quello con lo Yen (UsdJpy -0,07% a 111,17 punti).

Chiudiamo come sempre dando uno sguardo anche alle materie prime ed iniziamo dal Petrolio: la settimana che ci porterà al meeting Opec di giovedì è iniziata all’insegna dei rialzi per il greggio che guadagna sia a New York (WTI +0,87% a quota 51,11 $ al barile) che a Londra (Brent +0,54% a quota 53,90 $ al barile).

Colore verde che domina anche nel settore dei metalli dove vola l’Argento (+2,26% a 17,17 $ l’oncia). Positivi anche gli altri sottostanti del settore che abitualmente seguiamo a partire dall’Oro (+0,57% a 1.260 $ l’oncia) per proseguire con Rame (+0,56%), Platino (+1,06%) e Palladio (+0,16%).

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •